Sant’Omero, conclusi lavori Scuola Elementare

sant'omero scuola

L’amministrazione comunale in una nota illustra che sono conclusi, nei giorni scorsi, i lavori riguardanti la Scuola Elementare di Sant’Omero.
Il finanziamento di € 795.000,00 ha permesso, oltre ai lavori di ristrutturazione, anche l’ampliamento della scuola che, oggi, può usufruire di altre quattro aule.
L’edificio, con la ristrutturazione – ampliamento della scuola e la costruzione della Sala Polifunzionale, diventa il più importante polo didattico, culturale, sociale e ricreativo della Val Vibrata.
Soddisfatto il Sindaco Andrea Luzii ha commentato: “Siamo riusciti a riconsegnare il cantiere in tempo utile per permettere ai nostri ragazzi di iniziare l’anno scolastico nelle nuove aule.
Già nel nostro precedente mandato abbiamo dato la priorità alle scuole perché riteniamo che sia un dovere migliorare la vivibilità e la sicurezza degli edifici frequentati dai nostri ragazzi.
Vogliamo continuare su questa strada perché crediamo che investire nella scuola sia investire nel futuro di una comunità”.
L’Assessore ai lavori pubblici Adriano Di Battista ha, inoltre, dichiarato: “Abbiamo intenzione di completare, a breve, anche la Sala Polifunzionale, che con la palestra, le aule e le stanze per gli uffici amministrativi fará di questo complesso un polo attrattivo per l’intera Val Vibrata. In questi anni abbiamo sempre avuto idee chiare su quello che volevamo realizzare.
Abbiamo progetti per valorizzare tutto il nostro territorio. In questo momento manteniamo la promessa di rivitalizzare il centro storico del Capoluogo.
Riteniamo di poter concretizzare ancora tanti obiettivi utili e necessari per la nostra Sant’Omero”.

Luciano Di Giulio

Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.