L’Aquila, grazie a otto Stati esteri vicini alla città

l'aquila terremoto
l'aquila terremoto

Otto tra ambasciatori e alti rappresentanti diplomatici hanno partecipato all’evento “L’Aquila ringrazia”.
L’iniziativa a dieci anni dal sisma è stata organizzata dal Comune dell’Aquila per esprimere la gratitudine agli Stati esteri che hanno contribuito alla ricostruzione di importanti edifici della città, danneggiati dal terremoo del 6 aprile 2009.

Gli otto diplomatici che hanno aiutato la città de L’Aquila sono intervenuti dalla Russia, Francia, Israele, Estonia, Giappone, Australia, Kazakstan, Canada.

A fare gli onori di casa il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi che ha detto “grazie infinite” a tutti gli Stati che sono stati e saranno in futuro vicini a L’Aquila.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.