Categorie
Curiosità Rubriche

Reggio Emilia, ci ha lasciato Mario, il barista cantato da Ligabue

Morto, all’età di 80 anni, Mario Zanni, barista di San Martino in Rio (Reggio Emilia), località poco distante da Correggio, città natale di Luciano Ligabue.

“Ciao Marietto, grazie, ora riposati”, lo ha salutato Ligabue con un post sui suoi social. Locale oggi ancora in attività con un’altra gestione.
A metà anni Ottanta, il suo era il bar River di via Forche, piccolo locale di paese, dove Ligabue e la sua band, agli albori della carriera, si rifugiavano dopo la sala prove per rifocillarsi e passare la serata.
In quel periodo Ligabue lavorava come ragioniere in una ditta, mentre Mario dava “un colpo di straccio al banco del bar”, per citare la canzone a lui dedicata.
Il bar poi traslocò nel 2001 in via della Resistenza, dove Mario aveva continuato a dare una mano insieme alla moglie Cordiana alla figlia Elisa, al ‘Piccolo Bar’.
Il “Bar Mario” è una canzone del primo album di Ligabue, ma il luogo è citato in molte altre canzoni, come la più celebre ‘Certe Notti’ (“tanto Mario riapre, prima o poi”).
C’è anche da dire che Bar Mario è anche il nome del suo fan club.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.

Visualizza archivio