Roseto, per un tavolo turistico se ne parlerà a settembre

Fontana Lungomare Centrale Roseto degli Abruzzi

“Finalmente risulta sciolto il nodo sulla questione del Regolamento del tavolo turistico rosetano: appuntamento a settembre 2020 per la discussione del testo avente il compito di disciplinare il Comitato il cui ruolo sarà, tra gli altri, quello di fornire un valido supporto tecnico per la gestione del turismo e degli aspetti ad esso connessi.

Il tempismo di questa decisione è del tutto discutibile ed è paragonabile ad un regalo di Natale fatto a Ferragosto. In un momento dove bisogna necessariamente spingere l’acceleratore su ogni strategia in grado di incidere positivamente sulla ripresa economica, a Roseto gli Amministratori reputano opportuno posticipare il tutto a stagione conclusa. Si tratta di una decisione che, unitamente a quelle già rese note nei giorni passati e allo stato di abbandono in cui versa ormai tutto il territorio, denotano un totale immobilismo ed una palese incapacità di sapere governare correttamente le dinamiche della nostra cittadina.

Come se non bastasse, a ciò si aggiungono le dichiarazioni dell’Assessore al turismo in merito al rilancio della località costiera previsto a partire dalla stagione 2021 per mezzo di un piano di marketing territoriale. Sorge spontaneo chiedersi perché l’attivazione di tale strumento tecnico non si sia mai avuta negli anni passati ma, soprattutto, come può un’Amministrazione, il cui mandato avrà termine nella prossima primavera, adoperarsi per la successiva estate.

Il turismo, e tutto ciò che attorno ad esso ruota, necessita di progettualità, di competenze tecniche e di sinergie e non di un approccio approssimato e superficiale come quella adottato sino ad oggi dalla giunta targata Di Girolamo”.

Questo quello che pensa l’associazione Il Punto di Roseto degli Abruzzi, scritto in un comunicato diffuso alla stampa.

Luciano Di Giulio

Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: