Sulmona, quattro operatori sottoposti a tampone Covid 19

migranti

Aumenta il numero dei soggetti posti in sorveglianza attiva dalla Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila nel centro di accoglienza di Ponte D’Arce a Pettorano sul Gizio (L’Aquila).

Dopo gli otto casi di positività al Covid-19 relativi a migranti ospiti da metà luglio nella struttura, anche una giovane residente a Sulmona si trova in isolamento domiciliare per essere entrata in contatto con i migranti, come operatrice del centro di accoglienza ed è stata sottoposta a tampone.
Trattamento precauzionale adottato nei confronti di altri quattro operatori che lavorano nella stessa struttura.
Il nuovo fronte è contenuto nella struttura dove gli stessi richiedenti asilo stanno osservando la quarantena obbligatoria, senza alcun contatto con la popolazione.
I migranti erano arrivati la notte tra il 15 e il 16 luglio da Lampedusa ed erano risultati negativi al test sierologico effettuato dopo lo sbarco.

Luciano Di Giulio

Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.

Commenta la notizia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: