Roma, parte il Tour della Salute 2020

tour salute

Pronto a ripartire, nel segno dell’hashtag “#laprevenzionenonsiferma”, il Tour della Salute, l’evento itinerante, giunto alla sua terza edizione, che quest’anno, a causa dell’emergenza Covid, non potrà animare le piazze delle principali città italiane, ma viaggerà sul web e su vari canali social: dal 26 novembre al 20 dicembre autorevoli esperti, appartenenti alle principali Società scientifiche italiane, ovvero Sid, Siprec, Adoi e Adi, metteranno a disposizione dei cittadini qualificati consigli e preziose informazioni.

Gli obiettivi dell’iniziativa, realizzata in collaborazione con Federfarma e con la sponsorizzazione incondizionata di Teva Italia, sono la promozione di uno stile di vita sano ed equilibrato, l’educazione alla prevenzione e al benessere, la sensibilizzazione sui rischi delle malattie e sull’importanza dell’aderenza alle terapie.
Nelle prossime settimane, sul sito www.iltourdellasalute.it, sulla pagina Facebook e sul canale Youtube del Tour della Salute, così come sui canali mediatici e sulle pagine social di Federfarma, saranno diffuse le “pillole della salute”, ovvero due diversi video al giorno (il primo alle 7 del mattino e l’altro alle 19) nei quali gli esperti affronteranno argomenti riconducibili a quattro grandi aree tematiche: la prima settimana sarà dedicata alle malattie cardiovascolari, la seconda alla prevenzione del diabete, la terza all’aderenza alla terapia e farmaco equivalente, l’ultima alle malattie della pelle (dermatite atopica e psoriasi).
L’iniziativa è stata presentata nel corso di una video conferenza stampa alla quale hanno preso parte esponenti di Federfarma, di Teva Italia e delle società scientifiche.
“In questo periodo così difficile per l’Italia, la prevenzione risulta purtroppo trascurata, poiché tutte le risorse strumentali, umane e scientifiche sono votate alla soluzione della pandemia globale e alla ricerca di un vaccino – osserva Giuliano Lombardi, responsabile del comitato scientifico del Tour della Salute –. Con le ‘pillole di salute’ che diffonderemo attraverso questa iniziativa, puntiamo a far conoscere i fattori di rischio, iniziando anche a costruire un post-Covid che, minimizzando gli effetti della mancata prevenzione, contribuisca a scongiurare una dispersione della spesa sanitaria”.
“Federfarma e le farmacie sono abituate a ricercare nuove opportunità anche nelle grandi crisi e quest’anno abbiamo messo in campo dei servizi che, seppure a distanza, ci consentono di essere vicini ai cittadini – dice Marco Cossolo, presidente nazionale di Federfarma -. L’emergenza Covid ha finito per distogliere l’attenzione da altre gravi patologie, come diabete e tumori, che purtroppo non sono venute meno. Nei prossimi anni, su questi fronti, pagheremo i danni della mancata prevenzione e della mancata aderenza alla terapia – aggiunge Cossolo – e questa iniziativa intende mantenere alta l’attenzione, servendosi di strumenti digitali innovativi, nel tentativo di evitare di andare incontro ad una tragedia nella tragedia”.
“In un momento come questo l’informazione, come ci insegna anche la pandemia, è assolutamente fondamentale – mette in luce Umberto Comberiati, Business Unit Head di Teva Italia – siamo dunque orgogliosi di prendere parte ad una campagna di divulgazione, finalizzata a sensibilizzare i cittadini sull’importanza della prevenzione e dell’aderenza alla terapia, poiché l’interesse di tutti noi è che le persone abbiano accesso alle informazioni e sappiano cosa è meglio per la loro salute”.
Il Tour della Salute 2020, con le sue “video-pillole” diffuse quotidianamente online, sarà una straordinaria occasione per tutti i cittadini, di ogni età e in qualsiasi condizione di salute, per ampliare il proprio bagaglio di conoscenze, allo scopo di accrescere e migliorare la propria qualità di vita.

Luciano Di Giulio

Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.

Commenta la notizia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: