Rigopiano, assolto il papà per aver deposto un mazzo di fiori

rigopiano
rigopiano

A Pescara il tribunale ha assolto Alessio Feniello finito sotto processo per essersi introdotto, il 21 maggio 2018, all’interno dell’area dell’Hotel
sotto sequestro dopo il crollo della struttura avvenuto a gennaio 2017.

Il giudice ha deciso di assolvere il genitore di Stefano, una delle vittime della tragedia di Rigopiano, riconoscendo la tenuità del fatto e la non punibilità di un gesto che non può essere considerato offensivo.
Annullata anche la multa di 4550 euro che gli era stata comminata.
Il legale della famiglia Feniello ha illustrato che finalmente è stato dimostrato che i genitori erano andati lì per portare dei fiori sulla “tomba” del figlio… abbiamo dimostrato che avevano deciso di andare per quanto accaduto un mese prima, in occasione della Pasquetta, quando diverse persone erano entrate nell’area addirittura per asportare macerie come souvenir. Questi gesti, ritenuti dalla famiglia Feniello come profanazione di un luogo sacro, necessitavano secondo loro di essere cancellati, e da qui la decisione di portare dei fiori.
Bloccati dai Carabinieri all’entrata erano stati fatti entrare ma ne era seguita una segnalazione alla Procura che aveva deciso di archiviare nei confronti della moglie ma di procedere nei confronti di Feniello”.
Ricordiamo che la procura di Pescara aveva chiesto 3 mesi di condanna

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.