ruzzo

La consigliera Rosaria Ciancaione esprime grande soddisfazione per l’approvazione della mozione presentata sulla questione delle maxi bollette dell’acqua. La richiesta, votata all’unanimità, impegna l’intero consiglio comunale a far sentire forte la voce di Roseto su questa vicenda che vede il cittadino, già pesantemente colpito psicologicamente ed economicamente da un macigno come quello della pandemia, ulteriormente vessato dalle bollette stratosferiche emesse dalla Ruzzo reti.
I cittadini si sono infatti visti recapitare nelle scorse settimane dei pagamenti maggiorati da conguagli che partono dal 2018 o acconti esorbitanti che in certi casi superano addirittura
i duemila euro. Somme ingenti che hanno indotto tanti utenti in tutta la provincia a chiedere spiegazioni all’azienda.
“Abbiamo così affidato al sindaco, anche se al momento della votazione era andato via”, sottolinea la consigliera, “il compito di attivarsi nel cercare nel minor tempo possibile ogni
utile soluzione per correre ai ripari, in sinergia con gli altri 35 comuni soci della Ruzzo Reti, proponendo una serie di azioni a tutela dei cittadini con rateizzazioni rapportate alla
situazione di difficoltà.
Abbiamo stabilito di promuovere un intervento a stretto giro dell’Ente Regionale per il Servizio Idrico (ERSI), affinchè possano essere valutate soluzioni aggiuntive rispetto alla
fascia di consumo agevolato e ai bonus sociali di sconto per le bollette di acqua”.
Fra le idee già portate alla luce, c’è la sospensione per l’intero anno 2021 dei pagamenti del consumo idrico, con conseguente rateizzazione pluriennale e la riduzione della bolletta a partire dal 2020, per chi ha perso il lavoro oppure ha chiuso l’attività a causa del COVID o per quelle attività che seppure aperte abbiano subito nel 2020 una riduzione dei
ricavi pari almeno al 30% rispetto a quelli realizzati nel 2019. “Un bel lavoro fatto con tutti i consiglieri di maggioranza e minoranza”, conclude Rosaria Ciancaione, “che inorgoglisce i nostri gruppi Un’altra Idea di Roseto 21.0, Roseto Progressista e Coraggiosa e il Movimento 5 Stelle che hanno il merito di aver promosso questa azione in un momento così delicato e difficoltoso per tutti”.

Luciano Di Giulio

Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.