22 Luglio 2024
Cronaca Abruzzo

Teramo, dati e risultati vaccini a ultraottantenni

tamponi

Al termine della campagna vaccinale che ha interessato i residenti ultraottantenni, organizzata per 5 giorni e pianificata in sinergia dal Comune di Assessorato alla Protezione Civile e ASL, presentiamo un resoconto, utile a fornire una fotografia dell'attività e a tracciarne il profilo.

Iscritti alla vaccinazione
Gli utenti ultraottantenni iscritti sulla piattaforma regionale per la vaccinazione, precedentemente alla data del 24 febbraio in cui ha preso il via l'attività a Teramo, erano 2.750; quelli di seguito iscritti sulla piattaforma regionale gestita dal COC, 39; le iscrizioni effettuate mediante modulo consegnato alle farmacie, 161; a tali dati, vanno aggiunte le iscrizioni autonome nella piattaforma regionale avvenute nel periodo della campagna.

Il numero dei vaccinati
Nei 5 giorni in cui si è svolta la vaccinazione e in tutte le 4 sedi (Ipogeo di Piazza Garibaldi, Palazzetto dello sport di Scapriano, Palazzetto dello sport di San Nicolò a Tordino, Auditorium della Scuola Geometri Carlo Forti) sono stati vaccinati, 3.122 ultraottantenni.
Persone già vaccinate, decedute, positive, ricoverate, influenzate, che hanno rifiutato o rinunciato: 88.

Il personale impegnato
Personale della Protezione Civile presente durante le 5 giornate nelle 4 sedi: 200 unità;
personale del Comune che dal 19 febbraio al 2 marzo (compresi prefestivi e festivi) ha assistito telefonicamente la popolazione, garantito il regolare svolgimento delle attività, effettuato le telefonate e organizzato i turni: 12.

Dichiarazioni
Il vicesindaco e assessore alla Protezione Civile Giovanni Cavallari esprime “Profonda soddisfazione e ringraziamento per l'impegno profuso da tutte le figure coinvolte nella campagna, che sono state coordinate dal Comune ma ancora di più per l'ampissima, e per certi versi esemplare, partecipazione degli ultraottantenni e per come si svolte le attività di vaccinazione senza che si creassero assembramenti o momenti di confusione”.

Il Sindaco Gianguido D'Alberto: “La macchina amministrativa comunale si è adoperata per fornire il supporto necessario. Ringrazio i dipendenti comunali impegnati ma soprattutto, ancora una volta, un particolare ringraziamento va agli operatori medici, infermieri e sanitari, nonché alla Protezione Civile, alla Croce Bianca e alla Croce Rossa. Ancora altri mesi, purtroppo, ci aspettano per debellare l'epidemia, ma ora sappiamo di avere lo strumento di difesa da utilizzare e dobbiamo farlo tutti”.

Vuoi ricevere le notifiche da TG Roseto? Accetto No grazie