Frank Hammond

Sarà disponibile dal 24 aprile su tutte le principali piattaforme digitali “TurtleWalk”, il nuovo album di Frank Hammond Quartet. Prodotto dall’etichetta discografica PlayCab, il disco verrà distribuito in oltre 250 negozi online di tutto il mondo, tra cui Spotify, Apple Music, iTunes, Amazon e Google Play.
L’ultimo lavoro del musicista abruzzese nativo del Belgio si avvale della presenza del combo di Luca Mongia, Emanuele Carulli, Andrea Marcone e Valerio Pompei.
In una nota stampa sottolinea Franco: “In questo album ho voluto la collaborazione di artisti nonchè miei amici, per dare un po’ di voce alla mia musica. Oltre a quelle tipiche del soul e rhythm and blues, ho aggiunto qualche sonorità più moderna per raccontare un nuovo percorso che questo genere può intraprendere, pur mantenendo le sue radici”.

Franco Angelozzi in arte Frank Hammond nasce a Dour in Belgio. Prima ancora di imparare a leggere e scrivere, il padre minatore emigrante italiano gli mette tra le braccia la fisarmonica e la musica: è amore a prima vista, Frank non abbandonerà mai questo divino regalo.
Tornati in Italia, più precisamente ad Atri (in Abruzzo), Frank decide di vendere la fisarmonica per acquistare un organoFarfisa, nonostante la contrarietà del padre che lo vorrebbe fisarmonicista.
Inizia così ad esibirsi in chiesa ogni domenica, si iscrive al conservatorio e lavora come cameriere nel ristorante del padre. Non ancora maggiorenne, ha già acquisito un perfetto feeling con molti generi musicali ed in particolare con la “musica dell’anima” Soul e Blues.
Intorno alla metà degli anni settanta, tra rivoluzioni e rock, inizia a frequentare band e palchi, fino all’incontro con Claudio Di Nicola (voce unica e importante nel panorama soul italiano ed internazionale), con il quale fonda i Body and Soul; nel frattempo intraprende esperienze da turnista nei maggiori festival italiani ed europei, condividendo il palco con artisti quali Zucchero, Rufus Thomas, James Care, Solomon Burke e Memphis Horns.
Nel corso degli anni ha inoltre collaborato con altri grandi nomi del Soul Blues quali James Wheeler, Nellie Tiger, Eric Guitar Davis, Diane Blue, Kelly Rucker e Stan Skibby.
“Mi preme ringraziare soprattutto Diane Blue, cantante ufficiale del grande Ronnie Earl”, conclude Frank Hammond, “che ha accettato di cantare un brano dedicato a mia madre. Senza dimenticare Fatimah Provillon, Lucy Campeti, Rocco Ferri, Loredana Di Giovanni, Enrico Lombardi e Fulvio Feliciano”.

Luciano Di Giulio

Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.