Giulianova, musiche di Shubert alla Chiesa di Sant’Antonio

d'annunzio luisa

Intime armonie romantiche nella bellezza fastosa del barocco, saranno eseguite durante il secondo appuntamento della Rassegna di Musica e Arte a cura della Fondazione Piccola Opera Charitas, sotto la direzione artistica del Maestro Piero Di Egidio.
Sabato 22 gennaio alle ore 19,00, nella ricca cornice degli stucchi e delle dorature della Chiesa di Sant’Antonio a , l’ensemble da camera “Luisa D’Annunzio” eseguirà uno dei capolavori della produzione di Franz Schubert: l’ottetto in fa maggiore op.166 D.803.
La composizione, scritta nel 1824, ha come modello il Settimino di Beethoven, ma per il suo carattere lirico e romantico si configura come autenticamente schubertiana.
Attraverso la varietà armonica e ritmica dei sei movimenti dell’ottetto, Stefania Franchini e Renato Marchese ai violini; Stefano Morgione alla viola; Massimo Magri al violoncello; Roberto Della Vecchia al contrabasso; Stefano Bellante al clarinetto; Giovanni D’Aprile al corno; Alfonso Patriarca al fagotto, evocheranno quell’atmosfera tipica della Vienna Biedmeier alla quale si riferiscono gli studiosi del grande compositore austriaco.
L’Ensemble da camera “L. D’Annunzio” è una formazione composta da strumentisti caratterizzata da estrema versatilità. L’organico, costituito nella formazione originale da un doppio quintetto di archi e fiati con pianoforte e integrato all’occorrenza da altri strumenti, consente formazioni che vanno dal quartetto e quintetto d’archi al quartetto e quintetto di fiati passando attraverso diverse compagini miste (con o senza pianoforte) senza limitazioni di genere e di epoca. La duttilità della formazione permette l’esecuzione di un repertorio vastissimo, che comprende composizioni di autori sia classici che del XX secolo, come ad esempio il Settimino op. 20 di Ludvig van Beethoven, l’Histoire dusoldat e il Concerto per pianoforte di Igor Stravinsky, il ciclo dei Lieder einesfahrendenGesellen e Das Lied von derErde di Gustav Mahler e le Due Serenate op.11/16 di Johannes Brahms.

Il concerto si svolgerà nel rispetto delle norme anticovid, si ricorda l’obbligo del green pass rafforzato e della mascherina ffp2.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.