Roseto, al Taste di Firenze con Verrigni, l’Antico Pastificio Rosetano

TASTE VERRIGNI

Verrigni, l’Antico Pastificio Rosetano, partecipa all’edizione 2019 del Taste di Firenze, manifestazione che coniuga qualità, ricercatezza ed esclusività di prodotti alimentari e non, insieme a tanti momenti di condivisione, cultura gastronomica e lifestyle.

“L’azienda Verrigni – si legge in una nota – adotta un sistema di essiccazione lenta a bassa temperatura e da sempre ha particolarmente a cuore la tracciabilità del prodotto dalla produzione della materia prima, esclusivamente italiana, alla lavorazione nello stabilimento di Campo a Mare di (Teramo)”.

Lo Spaghettoro affumicato si presenta a Firenze con il suo nuovo packaging e con una ricetta rivisitata grazie ai pareri e suggerimenti dei tanti chef che nel tempo scelgono Verrigni, l’Antico Pastificio Rosetano.

La nota prosegue “Il nostro Tridente al dente che a fronte di un diametro davvero importante, grazie all’escamotage della forma ricercata, permette una cottura rapida ed utile ai sempre più veloci tempi della nostra ristorazione”.

Protagoniste come sempre le due linee Verrigni Valentini e Pasta del Tratturo che rappresentano un esempio indiscusso di tracciabilità tutta italiana.

La prima realizzata col grano duro dell’azienda agricola di Francesco Paolo Valentini – noto produttore di vino in Abruzzo – la seconda con l’utilizzo del grano duro Cappelli biologico della Cooperativa Daunia e Bio in Puglia.

Verrigni, l’Antico Pastificio Rosetano sarà presente al Taste di Firenze al desk B/14 per raccontare il suo lavoro, rappresentato dalla volontà di innovare nella tradizione, che continua a innovarsi nell’arte di fare pasta dal 1898.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.