Roseto, in Consiglio Comunale approvazione Bilancio 2022

municipio roseto

A i gruppi di maggioranza di Azione con Carlo Calenda, Fare per Roseto, Per Nugnes Sindaco, Operazione Turismo e U.N.D.E.R. Nuove Energie per Roseto, in una nota stampa danno notizia che dall’opposizione arrivano, altri 200 emendamenti in vista dell’approvazione del Bilancio.
Riportiamo di seguito il testo del comunicato.
“Lunedì 24 gennaio, con inizio alle ore 15:00, si svolgerà presso la Sala Consiliare del Comune di Roseto degli Abruzzi un importantissimo Consiglio Comunale che sarà interamente dedicato all’approvazione del Bilancio 2022. I gruppi di maggioranza vogliono ancora una volta stigmatizzare l’atteggiamento di parte della minoranza che, non paga di aver già presentato ben 1.450 emendamenti meramente ostruzionistici ha deciso, giovedì scorso alle ore 18:00, di presentarne altri 200, paralizzando il Comune e l’intera macchina amministrativa già messa a dura prova dalle assenze dovute alla pandemia.
Non c’è limite al peggio e cosìparte dell’opposizione ci riprova e, sul filo di lana, giovedì pomeriggio, rincara la dose con altri 200 “utilissimi” emendamenti a firma dei “Fantastici 4”, fino a ieri nemici giurati, Teresa Ginoble, Nicola Petrini, William Di Marco e Francesco Di Giuseppe che, oltre a non aggiunge nulla alla discussione sul Bilancio del Comune di Roseto degli Abruzzi, avranno ancora una volta l’unico e solo scopo di rallentare i lavori del Consiglio facendo perdere tempo allo stesso, agli uffici comunali e ai cittadini che non avranno alcuno spunto e alcun vantaggio da questo inutile profluvio di emendamenti”. Questo il pensiero espresso, in una nota congiunta, dai gruppi di maggioranza che sottolineano come queste barricate, messe in piedi da parte dell’opposizione, hanno come unico fine quello di scongiurare un risibile aumento della tassa di soggiorno che, nel peggiore dei casi, vedrà un aumento di 0.50 centesimi al giorno portando il Comune di Roseto degli Abruzzi semplicemente ad uniformarsi alle tariffe decise dai comuni limitrofi!
Ci chiediamo, ancora una volta, quale sia lo scopo di tale azione messa in atto da Ginoble, Petrini, Di Marco e Di Giuseppe che, seppur divisi su tutto, hanno trovato nel livore contro l’attuale governo cittadino l’unico punto di contatto dopo la sonora sconfitta rimediata circa 3 mesi fa! Quale vantaggio la loro “battaglia” ostruzionistica porterà alle tasche dei rosetani? Ve lo diciamo noi: nessuno…a parte il cercare di paralizzare l’attività amministrativa del Comune!” prosegue la nota. “Immaginatevi giovedì scorso, alle 18:00, le difficoltà degli uffici comunali che, con un “blitz” degno di forze paramilitari, si sono visti consegnare da un paio di consiglieri di minoranza altri 200 emendamenti “utilissimi”, che dovranno essere istruiti in meno di 48 ore (con tanto di parere contabile e dei revisori dei conti) dalla macchina amministrativa già messa in difficoltà dalle numerose assenze! Ci chiediamo se per caso è questa l’opposizione costruttiva di cui alcuni di questi consiglieri si “riempivano la bocca” dopo la recente, e in molti casi diremmo bruciante, sconfitta elettorale?!.
Se qualcuno di loro pensa di far scontare sulla pelle dei rosetani il proprio livore contro di noi ha capito male! Noi non ci faremo spaventare, li aspettiamo in Consiglio desiderosi di sentirli argomentare i loro “bizzarri e bislacchi” emendamenti, saranno poi i rosetani a giudicare se questa opposizione sta facendo i loro interessi o sta semplicemente pensando al proprio tornaconto” concludono i gruppi di maggioranza. “Infine sentire in questi giorni alcuni di loro demonizzare la tassa di soggiorno e parlare della mancanza di concertazione fa veramente sorridere, soprattutto se certe parole vengono da chi, nel 2017, dalla sera alla mattina e senza coinvolgere nessuno impose la tassa di soggiorno fregandosene degli interessi della collettività”.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.