Roseto, Lucia Di Folca si racconta nel libro Nella tasca destra in alto

lucia di folca

Lucia Di Folca è l’autrice del libro “Nella tasca destra in alto” pubblicato dalla casa editrice Masciulli Edizioni.
Nella sua autobiografia racconta la lotta contro il bullismo, la solitudine; i molti lutti che si subiscono in una famiglia, e tutto questo lo racconta in prima persona.
Il lettore potrà leggere diversi temi che si intersecano nel racconto come la fede, la musica e la determinazione e la voglia di ripartire dopo un’offesa o un sopruso subito.
Racconta di quando in età liceale è stata vittima di cattiverie ricevute dai suoi compagni di classe.
E ancora della perdita del papà e, di seguito, dei suoi nonni, degli zii, e di altre persone care, ritrovandosi di colpo con una vita difficile da gestire.
Nel racconto appare un sacerdote, che con le sue parole e la sua vicinanza la aiuta a rialzarsi e a riemergere.
Si avvicina al mondo del volontariato e a quello della musica.
Ha l’occasione di incontrare e seguire il trio musicale Il Volo, e quando Gianluca Ginoble diventa cittadino onorario del suo paese, nel suo racconto, descrive i cambiamenti dei suoi stati d’animo,
Ci scrive che il libro “si rivolge alle donne e uomini più deboli che hanno voglia di gridare la loro rabbia e il loro disagio ma che non possono perché hanno paura della cattiveria altrui. Non dobbiamo avere timore del giudizio degli altri. Dobbiamo essere liberi di non aver paura di esprimerci. Liberi dalle nostre prigioni mentali che ci conducono al male. E ci dobbiamo rispettare. Rispettare noi stessi e gli altri per essere liberi ed in Grazia di Dio… magari portando anche un messaggio di speranza e un aiuto a chi non riesce a rialzarsi con le proprie forze”.

Titolo – Nella tasca destra in alto
Autore – Lucia Di Folca
Casa editrice – Masciulli Edizioni
Pagine – 124

Lucia Di Folca è nata a () e vive a Lettomanoppello (Pescara).

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.