Atri, omaggio alle musiche dei Queen

teatro atri

Riparte, dopo una lunga pausa dovuta a problematiche derivanti dalla pandemia, la 47° stagione concertistica dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese con Somebody to love. Omaggio alle musiche dei Queen un concerto evento dedicato a una delle leggende del rock del Novecento.
Due gli appuntamenti: sabato 26 febbraio alle 17.30 al Teatro “Maria Caniglia” di Sulmona in collaborazione con la Camerata Sulmonese e domenica 27, alle 18, presso il Teatro Comunale di .

Sul podio l’eclettico Roberto Molinelli, direttore e arrangiatore, compositore di musiche per il cinema e in più occasioni arrangiatore e direttore dell’orchestra Rai del Festival di Sanremo. Con lui e i quaranta elementi dell’Orchestra dell’ISA, gli attori Giuseppe Esposto e Fabrizio Bartolucci, il soprano Sara Borrelli, il vocalist Antonio Carrozza e il gruppo vocale Vocal Eight formato da Giorgia Bellomo, Alessandra Blasioli, Ruben Coco, Monja Marrone, Marta Pietrosanti, Marta Pietrosanti, Gabriella Profeta e Marco Rotilio

Titoli epici come God save the queen, Bohemian rhapsody, Somebody to love, Radio Ga Ga, The show must go on, verranno proposti al pubblico in un appassionante racconto drammaturgico della vicenda umana e artistica di Freddie Mercury, vera icona del suo tempo, e della sua band, punto di riferimento musicale e di costume per intere generazioni. Capolavori immortali che continuano a sfidare il tempo coinvolgendo pubblico di ogni età. Uno show a 360°, arricchito dalla presenza di attori e voci recitanti per raccontare i drammi interiori del frontman Freddy Mercury, e riproporre tutta la forza dei suoi testi e delle sue musiche.

“Siamo molto felici di ricominciare con questo grande evento e di farlo su un palco bello e importante come quello del ‘Caniglia’ che per noi abruzzesi è un luogo magico, centrale, di grande tradizione e interesse. Uno dei tanti preziosi gioielli del nostro patrimonio che l’Istituzione Sinfonica Abruzzese vuole coltivare e animare con la propria musica”. Così il direttore artistico, Ettore Pellegrino che continua: “Ringrazio la Camerata Musicale Sulmonese e il suo direttore artistico Gaetano Di Bacco con cui abbiamo collaborato per questo concerto che segna il ritorno dell’ISA su un palco dal quale, complice la riduzione di attività causata dal Covid, mancava da troppo”.

Gli fa eco il presidente dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese, Bruno Carioti: “Ricominciamo alla grande con un evento di assoluta forza ed energia, la stessa che vogliamo comunicare al nostro pubblico abruzzese. Nell’interesse del nostro personale orchestrale e di quanti frequentano le sale da concerto, abbiamo deciso di sospendere i nostri appuntamenti per alcune settimane, rinviando a fine stagione quelli programmati per gennaio e febbraio, ma non ci siamo mai fermati e abbiamo continuato a lavorare. Con orgoglio presentiamo quindi la nuova veste grafica dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese e il nuovo sito www.sinfonicaabruzzese.it che sarà presto online. Vogliamo che la nostra Orchestra sia riconosciuta e riconoscibile per la sua eleganza e la sua professionalità onorando anche il ruolo di testimonial della regione Abruzzo”.

Si ricorda, inoltre, che per assistere al concerto è necessario il green pass rafforzato e l’uso della mascherina FFP2.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.