18 Luglio 2024
Sport Abruzzo

Teramo, Rennova vince 56 a 54 contro la Kienergia Rieti

Tirata come una corda di violino la gara giocata ieri al PalaScapriano dalla Rennova e dalla Kienergia , elettrizzante come la corda di una Telecaster il finale del match vinto 56-54 dai biancorossi. Una partita spigolosa, con tante palle perse (15 per la TaSp e 18 per la NPC) e con le difese a recitare il ruolo da protagonista, in particolar modo dall'intervallo in poi. La Teramo a Spicchi ci ha però creduto fino alla fine. Ha messo in campo grinta e caparbietà, acciuffando la vittoria con un rimbalzo offensivo con canestro di Bertocco a 5 secondi dalla fine. E' andata oltre gli infortuni a giocatori determinanti come Antonelli (sul parquet meno di tre minuti per poi chiedere il cambio a causa di un dolore al ginocchio da valutare in maniera più approfondita nei prossimi giorni), e Di Donato (nelle fasi conclusive dell'incontro è ricaduto sul gomito già infortunatosi qualche settimane fa). Ha insistito a giocare nonostante le percentuali poco incoraggianti dall'arco. E più di tutto ha difeso con una solidità granitica che le ha permesso di restare in gara anche quando in attacco la manovra non dava frutti.

Inoltre il team biancorosso ha trovato forze fresche dalla panchina con un Guilavogui protagonista come non lo si è visto mai in questa stagione. Il numero 2 della Rennova si è sempre fatto trovare pronto sugli scarichi, in particolar modo nell'ultimo periodo quando è stato maggiormente coinvolto, facendo valere il fisico e prendendo iniziativa in area. L'unico dei suoi a farlo con efficacia e continuità. Prova di sostanza anche da parte di Bottioni mentre una bella mano a rimbalzo l'hanno data Di Donato e Bonci contribuendo così a porre le basi per una vittoria fondamentale. Una vittoria che dà morale, entusiasmo e che cambia anche la percezione dei teramani aldilà della classifica. Se il girone d'andata è infatti iniziato con 1 vittoria e 3 sconfitte, il girone di ritorno parte con 3 vittorie e 1 sconfitta. Punti conquistati contro formazioni che alla palla a due ricoprivano il quinto (Ozzano), il quarto (Ancona), il terzo (Rimini) e il secondo posto in classifica (Rieti).

Coach Giorgio Salvemini si augura ora che i ragazzi prendano ulteriore consapevolezza dei propri mezzi e siano in grado di alzare l'asticella del rendimento: “Ci mancava battere una squadra dei vertici altissimi della classifica, dando fondo a tutte le energie a disposizione. Stavolta è uscita la personalità di questa squadra e dei ragazzi che sono stati encomiabili. Hanno fatto una partita straordinaria. Abbiamo segnato 56 punti ma avevamo davanti la miglior difesa del girone, capace di mettere in campo un'energia pazzesca e bravi a rompere i giochi in attacco. Abbiamo tirato tante volte con i piedi per terra e questo deve darci tantissima fiducia e autostima. E poi tenere Rieti a 54 punti è qualcosa che deve rendere merito alla qualità della nostra difesa e al lavoro straordinario dei miei giocatori”.

Applausi quindi dallo staff tecnico biancorosso per la prestazione di squadra della Teramo a Spicchi: “C'è tantissima soddisfazione per i ragazzi – chiude l'allenatore della Rennova Teramo – perché non era affatto semplice giocare contro una squadra che veniva da 7 vittorie nelle ultime 8 gare giocate, compresa la qualificazione alle Final Eight di Coppa Italia. Inoltre abbiamo perso Antonelli dopo 3 minuti di gioco, abbiamo dovuto mettere sul parquet quintetti con Di Donato da 5 e questo a sottolineare ancora una volta la splendida prova dei miei ragazzi. Se la sono sudata e se la sono conquistata meritatamente questa vittoria, la seconda consecutiva davanti al nostro pubblico. E ci tenevamo proprio a regalare questa gioia ai tifosi e alla società che ci sta mettendo ogni giorno nelle migliori condizioni per poter crescere”.

Rennova Teramo: Nicolò Bertocco 7 (2/4, 1/8), Riccardo Bottioni 11 (3/6, 0/1) + 4as, Marco Cucco (c) 4 (0/0, 1/7), Riccardo Antonelli (0/0, 0/1), Alessandro Bonci 8 (3/7, 0/2), Alberto Triassi 5 (1/2, 1/3), Leonardo Cipriani 8 (1/4, 2/5), Emidio Di Donato 5 (1/4, 0/4), Michel Guilavogui 8 (3/5, 0/0) + 8r, Alessandro Di Febo ne, Luca Ragonici ne, Nikola Ticic ne. Tiri da due 13/32, tiri da tre 6/31, tiri liberi 12/19, rimbalzi 42 (11 off + 31 dif), assist 9. All Giorgio Salvemini, ass all Massimo Gramenzi e Angelo Vitelli.

Kienergia Rieti: Filippo Testa 4 (1/4, 0/6), Francesco Papa 13 (6/8, 0/2) + 8r, Gabriele Buccini ne, Milos Vujanac ne, Maurizio Del Testa 7 (0/1, 2/5), Davide Frizzarin (0/0, 0/0), Edoardo Tiberti 4 (2/4, 0/0), Manuel Saladini 3 (0/3, 1/3), Giorgio Broglia (c) 10 (2/3, 2/3) +3 as, Michele Antelli 5 (2/4, 0/3), Marco Timperi 8 (3/5, 0/3), Godwin John ne. Tiri da due 16/32, tiri da tre 5/25, tiri liberi 7/10, rimbalzi 42 (6 off + 36 dif), assist 9. All. Gabriele Ceccarelli, ass all Andrea Ruggieri e Andrea Auletta.

parziali: 18-19, 31-34, 41-44

Vuoi ricevere le notifiche da TG Roseto? Accetto No grazie