Roseto, primo successo della Pool Promozione per le Panthers

panthers

Possibile che qualcuno dei tanti spettatori presenti ieri per la prima volta a seguire le Panthers, nei primi cinque minuti abbia pensato: ma questa è davvero Serie B? Segnare 20 punti a metà del primo quarto, d’altronde, è un’impresa anche su più importanti palcoscenici. Di fronte al pubblico più numeroso di quest’anno, le nuove Pantere hanno subito voluto presentarsi bene. E complessivamente sono riuscite nell’impresa, superando per 74-54 l’Esquilino nella gara d’esordio della pool promozione.

Lo hanno fatto all’interno di una partita dalle numerose sottotrame, ma in cui ciò che rimane più impresso è il devastante primo tempo delle ARAN Cucine Panthers di coach Orlando: 50 punti a bersaglio, e la piacevole sensazione che chiunque uscisse dalla panchina alzasse o quantomeno mantenesse costante il livello tanto della qualità quanto dell’intensità.

D’altronde tra l’ottimo debutto di Lucchesini, l’abbagliante talento di Duran, la Kotnik più incisiva della stagione e una Atanasovska che non sbaglia mai un colpo, c’è l’imbarazzo della scelta per coprire le rosetane di applausi: anche perché, come anticipato, dalla panchina (giusto per fare due nomi) escono la solita indiavolata Lucente e una Rizzati già a suo agio in cabina di regia, nonostante sia nel Lido delle Rose da pochi giorni.

Replicare un primo tempo del genere è praticamente impossibile, ma in realtà le Pantere non ci vanno neanche vicine: nel terzo quarto segnano appena 5 punti e consentono alle capitoline di tornare fino al -12, ma basta un’ultima folata nel quarto periodo per sistemare senza affanni la pratica e brindare al primo successo della Pool Promozione. Già sabato prossimo (ore 20:30 in diretta sui nostri canali) il livello di attenzione sui quaranta minuti dovrà però necessariamente crescere: Roseto sarà di scena al PalaAvenali contro il San Raffaele, che ha esordito in questa seconda fase con una prestigiosa vittoria sul parquet di Campobasso.

ARAN CUCINE PANTHERS ROSETO-ESQUILINO ROMA 74-54 (29-15; 49-30; 54-42)

ROSETO: Marini, Albanese 1, Lucchesini 13, Lucente 9, Zanetti 5, Azzola 2, Schena 4, Duran Calvette 12, De Vettor, Kotnik 12, Atanasovska 16, Rizzati.

ESQUILINO: Giorgi 6, Tomassoni 8, Piacentini 4, Grimaldi 14, Nisticò, Donadio 4, Volponi 2, Muzzi 2, Mancini, Bisogni 3, Tennenini 11. Coach: Delia.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.