Lodi, “Homo Sum” mostra storica di Mario Benedetto

lodi roseto

La Fondazione Banca Popolare di Lodi presenta, dal 10 giugno al 3 luglio, presso la Bipielle Arte, la mostra di Mario Benedetto dal titolo “Homo Sum”, patrocinata dal Comune di Lodi, dal Comune di Scilla, dal Museo della Permanente di Milano e dall’Associazione Liberi Incisori.
L’importante appuntamento artistico lombardo annovera la partecipazione dell’Abruzzo con il rilevante contributo del Circolo Culturale “SpazioArte” di L’Aquila con i suoi importanti protagonisti: il Presidente, la prof.ssa Stefania Di Carlo, conosciuta per i suoi studi e pubblicazioni su “Celestino V”, con ventennali convegni e gemellaggi tra L’Aquila e Verdelais, e lo storico e critico d’arte Emidio Di Carlo, con la caleidoscopica analisi storico-critica dell’artista con gli eventi di maggiore portata mondiale e italiana in particolare.
“La necessità intima e insopprimibile di comunicare attraverso il colore, il gesto, la linea, la composizione, per una narrazione pittorica dal grande impatto emotivo”, ha scritto la curatrice dell’esposizione, Vera Agosti, nel catalogo ufficiale, che include commenti di Marzio Dall’Acqua, Marco Fiori, Robin Lehleitner, Castellotti, Lorenzo Maggi e, in particolare, un lunghissimo excursus storico critico curato dallo storico-critico d’arte di L’Aquila Emidio Di Carlo.
Il critico aquilano offre, quindi, una lettura del tutto speciale dell’opera dell’artista. La sua ricostruzione poetica è a tutto campo e ben rispecchia il titolo dato a questa mostra: ”Homo Sum, Sono un uomo”.
Senza alcun dubbio con il richiamo a Terenzio e alla sua commedia “Heautontimorùmenos” (Il punitore di se stesso, v. 77, 165 a.C.).
La citazione sottolinea come l’interesse per tutto quello che riguarda l’umanità è basilare nella ricerca dell’artista originario di Scilli.
L’interesse per tutto quello che riguarda l’umanità è basilare nella ricerca di Mario Benedetto – scrive Vera Agosti – sottolineando quanto il lungo testo del critico aquilano, avulso da finalità politiche, abbracci da anni un umanesimo glorioso e lirico, spesso raccontando le storie degli umili o dell’uomo della strada. Proprio la necessità impellente e urgente della narrazione spinge l’artista al ricorso continuo alla figurazione, per essere compreso in una maniera il più possibile immediata ed efficace”.
Il Presidente della Fondazione Banca Popolare di Lodi, Guido Duccio Castellotti, così commenta la mostra “Homo Sum”: “L’esposizione permette al pubblico di Bipielle Arte di confrontarsi, in molti casi per la prima volta, con un’esperienza artistica ampia, intensa e varia, dedicata interamente all’umanità nelle sue espressioni concrete colte nel momento del loro formarsi. Un’occasione che abbiamo voluto cogliere per offrire alla città e al territorio lodigiano e che aggiunge all’attività della fondazione un importante e ulteriore traguardo nella promozione della cultura e dell’arte italiana contemporanea”.
La presenza del critico abruzzese, geograficamente parlando, vede l’Abruzzo a metà strada: dalla Sicilia alla Lombardia; ovvero da Scilla a Lodi e nel messo L’Aquila; non senza la presenza, nella provincia di , di Roseto degli Abruzzi; il Presidente del Circolo Culturale Spazio Arte (la prof.ssa Stefania Di Carlo) ha qui la sua residenza.
Scilla, dunque, per la nascita dell’artista, Lodi per l’attuale residenza. Gli eventi narrati nelle opere di Benedetto, sono quelli dell’uomoe del suo reale vivere quotidiano, senza confini geografici; rispecchiano l’avvicendarsi dei fatti storici, degli interessi e dei mutamenti culturali nella pittura, scultura, letteratura, musica, ecc.). La trasparente ricostruzione effettuata dal critico d’arte si sofferma sulla qualità della grafica (dal disegno alle tecniche grafiche), sulla bellezza o sulla riflessione critica nei dipinti.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.