Roseto, gestione esterna impianti pubblica illuminazione

lungomare roseto

Grazie alla variazione di bilancio votata nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale l’Amministrazione punta a implementare e migliorare i servizi di gestione e manutenzione degli impianti di pubblica illuminazione all’interno del territorio comunale.
Riportiamo quanto spiegano in una nota il Sindaco Mario Nugnes e il vice Sindaco Angelo Marcone.
“Il contratto di 12 anni, decorrenti dalla data del collaudo, stipulato dalla passata Amministrazione con la società Menowatt Ge SpA non prevedeva infatti i servizi di gestione e manutenzione dello stesso nella fase di costruzione. Per questo motivo, considerando le numerose problematiche emerse in questi mesi, causate da diverse rotture nei punti luce e alcuni black-out sull’impianto, abbiamo deciso, come previsto dal contratto, di implementare il servizio di manutenzione definendo un apposito canone, il tutto in attesa del collaudo degli impianti che dovrebbe avvenire entro il prossimo mese di dicembre.
Purtroppo il Comune di dispone di una sola figura con qualifica di elettricista e in grado quindi di occuparsi della manutenzione degli impianti, quindi in caso di problemi, rotture pomeridiane o nel fine settimane sarebbe impossibile intervenire tempestivamente, un grave danno per il territorio, per questo motivo abbiamo scelto di avviare il servizio di manutenzione e gestione antecedentemente alla fase di collaudo, con un canone parametrato sulla base dei costi di manutenzione previsti nel P.E.F. che costituisce parte integrante del contratto. Questo per fornire una soluzione celere, puntuale e risolutiva ai numerosi problemi emersi in questi mesi, causati anche da un contratto stipulato ed ereditato dalla passata Amministrazione che non aveva tenuto conto dei problemi causati da questa fase di transizione dimostrando una mancanza di attenzione e di visione strategica”.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.