Roseto, servizio di guardia medica turistica estiva

asl teramo

Nei primissimi giorni della prossima settimana sarà attivato il servizio di guardia medica turistica, nelle città della costa teramana.
La Asl di Teramo ha compiuto un grande sforzo organizzativo: da giorni è alla ricerca di una soluzione, visto che i medici delle Usca, che l’avevano garantita negli ultimi due anni, al 30 giugno hanno cessato l’attività.
Su tale iniziativa spiega in una nota il direttore generale della Asl di Teramo Maurizio Di Giosia: “La difficoltà nasce dal fatto che i medici di medicina generale, che per contratto potrebbero svolgere l’attività di guardia medica turistica, in considerazione della recrudescenza della pandemia e della gestione dei pazienti Covid sul territorio, non hanno potuto dare la propria disponibilità. La Asl però, applicando la normativa nazionale che prevede, fino al 31 dicembre, il prolungamento del contratto dei medici ex Usca, seppur a diverse condizioni, si è attivata per “arruolare” il maggior numero di questi medici. Un numero, seppur esiguo, ha aderito e questo consente la riattivazione delle sedi “storiche” di guardia medica turistica”.
Nei primissimi giorni della prossima settimana sarà riattivato il servizio di guardia medica turistica a , nella cosiddetta Casa rosa (sede anche del 118).
Viste le difficoltà, per il momento l’orario provvisorio è 9 – 13 dal lunedì al venerdì mentre nel week end ci si potrà rivolgere, per le urgenze, alla guardia medica.
L’avvio del servizio è in una fase di sperimentazione in cui si cercherà di calibrare le poche forze disponibili e per quanto possibile si cercherà di estendere l’orario di apertura.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.