Pescara, Trofeo Matteotti, salta edizione 2022, arrivederci al 2023

matteotti

Il Trofeo Matteotti non si farà almeno per l’anno 2022. Sofferta decisione presa dagli organizzatori dell’Unione Ciclistica Fernando Perna e concordata con il Gruppo Sportivo Emilia che si occupa della parte tecnica-logistica. L’appuntamento è solo rinviato al 2023. Quella di quest’anno doveva essere l’edizione delle nozze di platino (numero 75): il rinvio è dovuto a ragioni organizzative e di tempistiche che non consentono un’adeguata preparazione nel dietro le quinte per domenica 18 settembre, giorno in cui era programmata la corsa professionistica, collocata a una settimana dallo svolgimento del Campionato del Mondo in programma in Australia a Wollongong.

Ricordiamo che il Trofeo Matteotti nasce nel 1945 diffondendo attraverso le strade abruzzesi un autentico messaggio di pace e libertà. La corsa è intitolata ad un grande statista italiano Giacomo Matteotti.
Alla classica pescarese hanno preso parte tantissimi corridori italiani e stranieri di varie epoche: Coppi, Bartali, Ricci, Magni, Moser, Baldini, Gimondi , Sorensen, Zberg, Museeuw, Bugno, Bartoli, Savoldelli, Di Luca, Filippo Pozzato e molti altri. La gara, nel corso degli anni è stata per tre volte prova valida per il campionato italiano professionisti, negli anni 1965/75/95 laureando campioni d’Italia rispettivamente Dancelli, Moser, Bugno.
Sei vincitori del Trofeo Matteotti successivamente hanno conquistando il titolo mondiale, Baldini, Basso, Gimondi, Moser, Argentin, Bugno.
La corsa si disputa su una parte del vecchio circuito cittadino di Formula 1, intitolata a “Tito Acerbo”.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.