Roseto, Braderm 20.20 vince Memorial Chicco Zorzi a Campli

braderm

La Braderm Roseto 20.20 è tornata vincitrice dal “Memorial Chicco Zorzi” di , al quale partecipavano il Vasto e la Teate Basket Chieti. La differenza canestri ha assegnato il trofeo, visto che le tre formazioni sono arrivate a pari merito vincendo una gara a testa.

Nella prima partita giocata dalla Braderm è arrivata una sconfitta contro Vasto, col punteggio di 41-28. Condizionata dall’assenza di Di Giandomenico, e da un’avversaria più pronta che aveva già disputato un incontro, la partenza dei rosetani è stata lenya, con un crescendo nella parte centrale della gara che l’aveva portata anche in vantaggio. Nel secondo quarto l’attacco è andato in difficoltà, con Bricis tolto dalla partita dalla difesa biancorossa, la Gevi ha preso fiducia e il divario si è allargato.

Questo il tabellino della prima gara: Del Nibletto, Maiga, Palmucci 7, Jovanovic 3, Francani, Trettaccone, Caprara, Haidara 4, Adonide 3, Taisner 4, Bricis 5, Cantarini 2. All: Ernesto Francani

Proprio l’esterno lettone è stato protagonista fin dall’inizio nell’uscita contro Chieti, segnando tutti i primi 11 punti della sua squadra. Per la verità, i meccanismi offensivi sono apparsi piuttosto oliati, le percentuali da fuori si sono alzate e in 24’ è arrivata la bellezza di 53 punti, pur con qualcosa di rivedere nella propria metà campo. Alla lunga, la forbice nel punteggio si è allargata e il 55-37 finale ha permesso al 20.20 di vincere nel complesso il triangolare.

Questo il tabellino della seconda gara: Del Nibletto, Maiga 6, Palmucci 8, Neno 7, Francani, Trettaccone, Caprara, Haidara, Adonide 4, Taisner 4, Bricis 22, Cantarini 4. All: Ernesto Francani

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.