Roseto, Basket 20.20 perde a Isernia 63-62

roseto 20.20

Non basta un grande cuore al Roseto 20.20, che senza Adonide e con Bricis a mezzo servizio esce sconfitto 63-62 dal parquet di Isernia e viene nuovamente agganciato in classifica dai molisani. Come da pronostico viene fuori una sfida fisica ed equilibrata, con le frazioni centrali a punteggio molto basso e un godibilissimo ultimo quarto che assomiglia a una gara al tiro da 3. Il finale punto a punto, però, non premia neanche questa volta la Braderm, che vede svanire la vittoria a 1” dalla fine, punita da una decisione arbitrale dubbia; ovviamente, il fischio non toglie nulla ai meriti della New Fortitudo e di Tsonkov, glaciale quando più conta dalla linea della carità.

I primi minuti fanno ben sperare, perché l’approccio del 20.20 è quello giusto e garantisce presto ben 8 lunghezze di vantaggio. Isernia però non resta a guardare e si sblocca con Sasnauskas, che risponde al pari ruolo Zalalis e riequilibra il punteggio; si procede punto a punto fino al 10’, quando il parziale è sul 19-20. Nel secondo quarto le percentuali si abbassano, si arena soprattutto l’attacco degli ospiti e i locali passano a condurre con una tripla di Indelicato. Cantarini e compagni riescono tuttavia a rimanere a contatto grazie ai canestri proprio del numero 71 e di Maiga, e tornano negli spogliatoi sul 33-31.

Si continua a faticare in attacco dopo l’intervallo: Isernia spariglia, trovando per la prima volta due possessi di vantaggio con Tsonkov. Pronta risposta con Palmucci e Zalalis per la Braderm, che rimette il naso avanti prima del canestro del controsorpasso del bulgaro: 43-42 al 30’. Roseto torna improvvisamente a produrre dai 6.75 con quattro realizzazioni di Bricis e Jovanovic (erano state appena tre fino al 30’). Gli ospiti toccano il +3, sembrano avere inerzia ma Compagnoni prima e Sasnauskas poi mantengono in vita i molisani, che si ritrovano la palla per vincere. A 1:4” dalla fine, sul 61-62, gli arbitri ritengono falloso l’intervento di Jovanovic su Tsonkov e mandano in lunetta il numero 29: 2/2 e partita che finisce 63-62.

Si conclude amaramente uno storico 2022: la Braderm torna in campo mercoledì 4 gennaio alle ore 21 al PalaMaggetti per sfidare Lanciano.

Parziali: 19-20, 14-11, 10-11, 20-20

Isernia: Guzzon, Indelicato 5, Compagnoni 6, Chiacchiari, Batalskyi 8, Sasnauskas 20, Doglio, Tsonkov 21, Mottus, Russo 3, Pinelli, Raicevic. All: Andrea Forgione

Roseto: Del Nibletto, Maiga 7, Palmucci 7, Di Giandomenico 4, Jovanovic 20, Trettaccone, Caprara, Haidara, Bricis 5, Cantarini 2, Zalalis 17. All: Ernesto Francani

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.