Teramo, TaSp incontra Diesel Tecnica Sala Consilina

teramo basket

Ai nastri di partenza il girone di ritorno per la TaSp . Una fase dove ogni errore costerà il doppio, in cui sale inesorabilmente il livello di fisicità e difficoltà. Un livello al quale i biancorossi dovranno adeguarsi quanto prima. A partire dalla delicata sfida in programma domenica 22 gennaio (ore 18) al PalaPellegrini di Scapriano fra la Teramo a Spicchi 2K20 e la Diesel Tecnica . Un confronto fra due formazioni staccate solo di 4 punti in classifica, che all’andata ha dato la possibilità ai biancorossi di centrare una delle vittorie più preziose (56-75) sin qui conquistate in questa stagione. Ma quella Sala Consilina e l’attuale Sala Consilina sono diverse. Non ci sono più Tarik Hajrovic e Ognjen Ratkovic e al loro posto sono arrivati Simon Obinna Anaekwe e Amar Klacar.

Tutto porta quindi a pensare che coach Andrea Gabrielli non sottovaluterà l’avversario, vuoi per la rilevanza di questa V in classifica, vuoi per la solidità di una squadra che negli ultimi 6 turni di campionato ha battuto Corato, Pescara, Cassino, Monopoli e Salerno (queste ultime due in trasferta): “Innanzitutto il nostro obiettivo – precisa l’allenatore biancorosso – è quello di riscattare la sconfitta subita a Roseto e per fare questo c’è bisogno che ognuno di noi sia convinto del dover fare una buonissima partita. Sala Consilina è in gran forma, avendo vinto 5 delle ultime 6 partite giocate ed è cambiata rispetto alla formazione che abbiamo affrontato e battuto all’andata. Ha chili e centimetri per metterci in difficoltà e ha la possibilità di schierare anche 4 giocatori di 2 metri contemporaneamente in campo. Alterna inoltre difesa a uomo e difesa a zona e quindi dovremo avere massima attenzione non solo per quanto riguarda l’atteggiamento in campo ma anche sul piano tecnico e tattico. Abbiamo le nostre regole sia in attacco che in difesa e dobbiamo seguirle restando concentrati per tutti i 40 minuti della partita”.

Nelle fila degli ospiti, da tenere sott’occhio è innanzitutto Sam Geye Serigne, limitato ottimamente all’andata ma cresciuto da allora. Attualmente l’ala della Diesel Tecnica viaggia a 12,7 punti di media e ha saputo di certo affinare il suo gioco rispetto alla gara del 2 ottobre scorso. Un altro giocatore cresciuto non poco rispetto alla partita d’andata è il play Luigi Cimminella, sempre più padrone del gioco nel team allenato da Antonio Paternoster. Punti nelle mani li hanno anche Hugo Erkmaa (10,3 a partita) e Amar Klacar (11,7 per gara) mentre solidità in area arriva da Bozo Misolic (9,7 punti e 8 rimbalzi di media) Simon Obinna Anaekwe (8,7 punti e 7,3 rimbalzi per partita) e Milos Divac. Altro elemento esperto della categoria è Simone Giunta, protagonista di un miracoloso canestro segnato al PalaMaggetti e valso lo scalpo più prestigioso sin qui portato a casa dalla Diesel Tecnica, la vittoria contro la Liofilchem Roseto. Restando sui numeri balza inoltre all’occhio il secondo posto nella classifica dei rimbalzi (40,6 di squadra a partita) e il terzo posto nelle stoppate. Elementi che lo staff tecnico biancorosso ha esaminato per bene in modo da preparare al meglio un match di tale importanza.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.