20 Luglio 2024
RubricheViaggi e Turismo

Teramo, presentato il CA.TE. Cammino Teramano

Nella città di , nella giornata del 2 novembre 2023, si è svolto l'incontro, nella sede di via Milli, promosso dalla Provincia di Teramo, per presentare ai Comuni una prima bozza del progetto provvisoriamente denominato “Cammino Teramano (Ca.Te.).

Il cosiddetto “turismo lento”, cioè quello dei percorsi storici, religiosi, paesaggistici ed artistici, sta attraversando un periodo di impetuosa crescita ed evoluzione in tutta Europa.
L'amministrazione guidata dal presidente Camillo D'Angelo ha voluto imbastire un progetto turistico unitario provinciale, accedendo innanzitutto alle risorse già stanziate per il cratere sismico 2016-2017 (fondi USR 2022), pari a circa 6 milioni di euro: in particolare, la destinazione di tale misura è specificata sia nella realizzazione ex novo e sia nella riqualificazione dei “Cammini”.

Con l'ausilio di esperti in materia, anche sulla scorta dei più virtuosi esempi di “cammini” italiani ed europei, la Provincia di Teramo ha predisposto e presentato una prima bozza progettuale alle amministrazioni comunali del territorio, con l'obiettivo di arrivare congiuntamente alla definizione nel dettaglio dei percorsi e dare quindi avvio ad uno studio di fattibilità concreto e finanziabile.

La bozza iniziale prevede un percorso ad anello di 12 tappe giornaliere di lunghezza variabile (dai 10 ai 23 chilometri per ciascuna tappa), per un totale di oltre 200 chilometri di tracciato pedonale, dotato di apposite infrastrutture attrattive e ricettive, in un'ottica di fruibilità a 360 gradi del territorio.

Così il presidente Camillo D'Angelo a margine dell'incontro: “le singole tappe e il percorso nel suo insieme costituiscono un viaggio attraverso i luoghi, i colori e i sapori della nostra terra, all'insegna dei borghi, delle chiese, del buon cibo e della rinomata ospitalità che ci contraddistingue”.

“Reputiamo urgente quanto necessario incrementare l'attrattività territoriale sotto il profilo turistico, dando concretezza ad una visione strategica condivisa con tutti i sindaci del nostro territorio”.

Il progetto presentato è completamente aperto ed integrabile con tutti i contributi e le modifiche che i comuni vorranno proporre ed apportare, in un'ottica di fattiva collaborazione, per migliorare l'idea progettuale ed accelerare quindi l'iter realizzatìvo.

Vuoi ricevere le notifiche da TG Roseto? Accetto No grazie