Roseto perde in casa contro Treviglio

La Remer Treviglio espugna il PalaMaggetti con una prova maestosa e ordinata sotto tutti i punti di vista, facendo incappare gli Sharks alla terza sconfitta consecutiva (dopo Chieti e Agrigento), la seconda di fila tra le mura amiche. Ci si aspettava una Modus FM all’arrembaggio, pronta a riprendersi i due punti lasciati con i siciliani, ma così non è stato: gli ospiti da metà terzo quarto in poi hanno condotto sempre, in alcuni tratti giocando un buon basket, con una difesa precisa ed attenta, mentre gli Sharks sfoderano una prova incolore, sia in attacco che in difesa, e và in tilt sotto i colpi roboanti del trio Alessandri – Marino – Rossi. Con la sconfitta rimediata, la strada verso la postseason si và sempre più difficile, con la prossima gara a Matera decisiva. Ad inizio gara Roseto si schiera con Stanic play, Marini e Legion esterni, Metreveli e Bisconti sotto le plance, risponde coach Vertemati con il suo solito starting – five, Marino – Kyzlink – Krstovic – Ihedioha e Rossi sotto canestro; il primo sussulto è proprio di Ike Ihedioha, supportato da Rossi: al 5° si è sul 9-11, con Legion in evidenza a quota 7 punti personali, ma la Remer e più concreta e grazie al sesto uomo di lusso Alessandri finisce di due punti di vantaggio, 20-22, con Bisconti che fa due su due dalla lunetta a tempo scaduto.

Nel secondo periodo coach Trullo tenta la carta Sowell, insieme a Genovese, sperando di cambiare l’inerzia in favore dei bergamaschi: al 15° la truppa di coach Vertemati conduce per 28-29; Legion si traveste da Superman, con gli Sharks che si aggrappano ancora a lui, e ad un positivo Metreveli e cercano di scappare la prima volta nel match, ma Alessandri prima, e Rossi poi chiudono i primi venti minuti sul 36-36. Perfettà parità al PalaMaggetti Da segnalare  nel primo quarto un fallo antisportivo a Kyzlink. Sugli scudi per Roseto Legion con 18 punti, per Treviglio Krstovic e Rossi a quota 8. Al rientro dagli spogliatoi ci si aspetta una Roseto più arrembante e decisa: Legion, con Leo riporta sopra di 6 lunghezze i biancazzurri (44-38), ma Krstovic si fa beffe di Marini e ricuce il gap tra le due compagini; ancora Leo (8 punti nel solo terzo quarto) per il massimo vantaggio sul 49-43, a cinque dal termine del terzo periodo si è sul 50-45. Timeout di Vertemati, e Treviglio rientra agguerritissima, e con un parziale di 17-7, firmato Alessandri e Marino, chiude il terzo periodo sopra di 5, 57-62. A dieci minuti dal termine, sotto di 5 punti e con l’inerzia tutta verso i lombardi, si fa molto dura per la Modus FM, che soccombono ancora sotto i colpi di un maestoso Marino, ben coadiuvato da Rossi e il solito Alessandri, autentico mattatore nella serata rosetana: Trullo le tenta tutte, ma è inutile, con la gara che si spegne piano piano (doppio fallo tecnico a Bisconti e Stanic ) raggiungendo anche il massimo svantaggio del 37° sul meno 17; gli ultimi minuti servono solamente per rimpolpare i tabellini personali, con la Remer Treviglio che controlla agevolmente il match fissando il risultato sul 75-90. Gli ospiti, a fine partita, numeri alla mano , hanno tirato con il 50% dal campo, 5 in doppia cifra ed un Alessandri in versione “monstre”.