Roseto, regole per la campagna elettorale

La Giunta comunale di Roseto si riunirà oggi per approvare i criteri di assegnazione degli
spazi comunali da mettere a disposizione dei partiti o dei movimenti partecipanti alle
elezioni politiche del 10 febbraio in modo da non determinare situazioni di disparità di
trattamento tra i richiedenti.
Per quel che riguarda i locali interni, il locale di proprietà comunale destinato a ospitare
conferenze, dibattiti e assemblee durante la campagna elettorale è unicamente il Palazzo
del Mare a decorrere dal giorno di indizione dei comizi elettorali fino alle 24 del venerdì
antecedente la data delle elezioni.
Nel corso delle campagne elettorali ogni forza politica potrà essere autorizzata all’utilizzo
dei suddetti locali per iniziative di rilevanza pubblica. I partiti e i movimenti presenti nelle
competizioni elettorali, per poterne usufruire devono:
– inoltrare una domanda al protocollo generale indirizzata al sindaco, con almeno tre
giorni di anticipo dalla data prevista per l’iniziativa
– compatibilmente con la disponibilità del locale si provvederà alla concessione delo
stesso per un tempo massimo di 4 ore. Laddove non ci fossero richieste
concomitanti o coincidenti nulla osta che si possa concedere il locale per un
maggior lasso di tempo.
– In presenza di richieste concomitanti l’ordini di utilizzazione dei locali verrà stabilito
concedendo priorità alla richiesta pervenuta per prima
– Nell’ultimo giorno di campagna elettorale si stabilisce che il tempo massimo di
utilizzo della sala non potrà essere superiore alle due ore. Nel caso in cui non vi
siano richieste concomitanti o tali da non consentire a tutti l’utilizzo dei locali, potrà
essere concesso anche un tempo maggiore delle due ore previste.
Per quel che riguarda gli spazi esterni l’amministrazione comunale metterà a
disposizione: Piazza della Libertà, piazza Redipuglia (Cologna spiaggia), piazza del
Municipio (Montepagano), piazza Guido Rossa (Cologna paese). Gli spazi verranno messi
a disposizione gratuitamente a decorrere dal giorno di indizione dei comizi elettorali e fino
alle ore 24.00 del venerdì antecedente la data delle elezioni.
I comizi e le altre manifestazioni di rilievo politico avranno luogo dalle ore 9 alle 13 e dalle
15 alle 23, nei giorni feriali e festivi, tranne che per l’ultima settimana di campagna
elettorale allorchè la chiusura dei comizi è protratta fino alle 24.00.
La domanda per l’utilizzo degli spazi all’aperto dovrà essere presentata al Protocollo
generale indirizzata al sindaco almeno 5 giorni prima della data fissata per i comizi e le
manifestazioni stesse. Nella richiesta dovrà essere specificato il giorno e l’ora e la località
in cui dovrà svolgersi il comizio o la manifestazione. Sarà autorizzato l’uso degli spazi
previo parere in stretta collaborazione con la Polizia Municipale. In caso di richieste
concomitanti, anche in questo caso, verrà data priorità al partito o raggruppamento che

avrà presentato la domanda per primo. I comizi per i quali è necessario l’allacciamento
elettrico a contatore pubblico possono essere tenuti solo a piazza della Repubblica.
Ogni comizio o manifestazione avrà una durata massima di un’ ora e mezza, intendendosi
l’ultimo quarto d’ora indirizzato alla conclusione e al disimpegno del luogo stesso. Tra un
comizio e l’altro dovrà intercorrere in linea di massima un intervallo non inferiore a 15
minuti. La durata dei comizi e delle manifestazioni da tenersi negli ultimi giorni
immediatamente precedenti la data della elezioni, e cioè da lunedì a venerdì compresi, è
limitata a un’ora nel caso che la piazza sia impegnata per turni successivi. Per le
manifestazioni diverse dai comizi gli spazi esterni potranno essere concessi per un lasso
di tempo maggiore rispetto a quanto indicato, di norma non superiore a 3 ore, a condizione
che non vi siano richieste di altri partiti, gruppi o movimenti concomitanti. In tal caso anche
per queste manifestazioni si applica quanto stabilito nei punti precedenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: