Sant’Omero, Marsili; “Porcata stradale provinciale?”

sant'omero rotatoria

Provincia di Teramo asfalta solo le strade del centro destra, ossia ai Comuni governati da sindaci di orientamento politico di destra o centra destra?
Se così fosse sarebbe oggetto di esposto alla Procura della Repubblica.

Da un anno, nonostante le promesse del delegato alla viabilità della Provincia, Lanfranco Cardinale, nessun intervento ha messo in atto l’amministrazione guidata dal sindaco di Notaresco Diego Di Bonaventura, sulla dorsale stradale provinciale che si snoda da Poggio Morello, fino a Campli e Civitella del Tronto, passando per Mosciano, Bellante, in particolare sulle frazioni Collerenti, Ripattoni, San Pietro e Borgo Villa de Luca.
Ci si chiede se veramente è una coincidenza vedersi asfaltare e sistemate le strade provinciali di Nereto, Corropoli, Ancarano, Sant’Egidio alla Vibrata, Campli, Tortoreto, Giulianova, Martinsicuro, Silvi, Notaresco, dove addirittura una strada provinciale è stata elevata a Statale, grazie all’intervento del presidente Di Bonaventura, nei pressi di casa sua, tutti Comuni , insomma guidati dal Centro Destra, tralasciando altri più marginali.
Se così fosse o si dimostrasse, ma le informazioni sono in corso di acquisizione, sarebbe una vera “porcata politica”.
Ritengo che neanche la Democrazia Cristiana era arrivata a tanto, si preoccupava prima di tutto di non scontentare i Comunisti e i socialisti, pur di avere campo libero nella gestione delle opere pubbliche e dei fondi. E la Provincia neanche può accampare le scuse di mancanza dei fondi, in quanto sommando il residuo lasciato dalla vecchia gestione, i ribassi d’asta e i fondi del Master Plan, dovrebbe avere a disposizione più di 20 milioni di euro. Il delegato alla viabilità Cardinali, insediato a luglio del 2019, si fregiò della promessa, confermata da interviste televisive e riunioni, di sistemare questa dorsale entro pochi mesi, promessa caduta nel nulla.
La situazione poi sul campo è a dir poco tragica”, le strade menzionate sono impercorribili, pericolose per gli utenti, ridotte al lumicino con buche che superano anche il mezzo metro. La situazione in particolare della provinciale 13A del Borgo Villa de Luca è praticamente compromessa, la strada è divenuta pericolosa, ogni giorno si verificano guasti ai mezzi che vi circolano a danno degli abitanti, circa 20 famiglie,che, diversamente dovrebbero percorre ben 10 km in più per poter aggirare “il problema”.
Anche qui dopo una riunione al Comune di Bellante, sala gremita di cittadini, il sindaco Giovanni Melchiorre, aveva strappato una promessa a Lanfranco Cardinale, per sistemare la strada. Ad ora nulla di fatto, a parte 400 metri di asfalto, che il Sindaco, in una intervista alla stampa , ha definito come “burla”.
Il pretesto del “ Virus Covid 19 è sempre pronto”.

Giuliano Marsili , Presidente della Task Force Ambientale e Fondatore del Movimento dei Piccoli agricoltori e imprenditori

Luciano Di Giulio

Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: