15 Luglio 2024
Cronaca Abruzzo

Pineto, ci ha lasciato Orlando Dello Russo

orlando 1

Un amico che ho conosciuto a metà anni '90 all'interno della videoteca “Dal Bandito” che dirigevo e di cui ero titolare. Orlando Dello Russo. una persona a modo con il suo accento napoletano che ne facevano una caratteristica inconfondibile.

Siamo diventati da subito amici e da subito in sintonia sia con le sue scelte musicali che videografiche. per anni, spesso veniva a trovarmi, quando era in pausa dalla sua attività di fioraio ad Atri.
Si parlava del più e del meno sempre con il sorriso e con la simpatia che lo contraddistinguevano. Ancora oggi ho il vivo ricordo del suo invito alla pineta di quando come giornalista fui invitato ad assistere ad una rappresentazione culmine di una importante manifestazione nazionale e fu lui stesso con il suo compagno a venirmi incontro e invitarmi in mezzo a centinaia di persone intervenute all'incontro.


Ricordiamo che la coppia si era unita in matrimonio con rito cattolico ecumenico il 28 gennaio 2014 a Pineto. Orlando in una sua intervista di alcuni anni fa disse spiegava: “Noi festeggiamo il 28 gennaio da sempre, ricordando il giorno del 1965 in cui ci siamo conosciuti in Germania e abbiamo avviato la nostra vita insieme. Per noi è ogni volta una festa unica”.


Il cordoglio del Sindaco Robert Verrocchio. Con queste parole il Sindaco di Pineto, Robert Verrocchio, esprime il suo cordoglio e quello dell'Amministrazione Comunale tutta per la scomparsa del pinetese Orlando Dello Russo, noto anche a livello nazionale per essere stato tra i primi in Italia a unirsi civilmente dopo l'entrata in vigore della legge Cirinnà.
“La notizia della scomparsa del nostro concittadino Orlando Dello Russo mi ha colto di sorpresa e lasciato un profondo dolore.
La sua vita è stata contrassegnata dalle battaglie per la conquista dei diritti per la comunità Lgbt e ricordo ancora oggi l'emozione che ho provato quando, il 25 settembre del 2016, ho celebrato la loro unione civile a Villa Filiani di Pineto, la prima nel nostro comune.
Questa coppia, infatti, dopo più di mezzo secolo di convivenza, è stata tra le prime in Italia a beneficiare della legge “Cirinnà”, per questo ci fu un grande interesse da parte di numerose testate giornalistiche nazionali e spesso Orlando e il suo compagno Bruno sono stati ospiti in note trasmissioni televisive.
Orlando, che si è spento a quanto ho appreso per una ischemia celebrale, viveva a Pineto in una villetta con un giardino curatissimo. La sua scomparsa ha lasciato sgomenti e nel lutto una intera comunità, ma le sue battaglie contro l'omofobia resteranno insegnamenti importanti per quanti lo hanno conosciuto e apprezzato.
A Bruno va il mio personale abbraccio e la vicinanza di tutta l'Amministrazione Comunale di Pineto”.

Vuoi ricevere le notifiche da TG Roseto? Accetto No grazie