pallacanestro

Terza vittoria in fila per la Liofilchem che tra le mura amiche del PalaMaggetti regola l’Antenore Energia Padova per 64-56, al termine di un match molto combattuto e che ha visto Amoroso e compagni mettere la freccia negli ultimi cinque minuti attraverso una super difesa ed un break devastante di 16-0. Due punti che permettono ai biancazzurri di salire a 28 punti, quarto posto momentaneo in classifica complice anche la sconfitta di San Vendemiano a Fabriano, ma ovviamente per quella finale si dovrà aspettare domenica prossima, giorno in cui si chiuderanno tutti i recuperi in programma compreso quello rosetano a Senigallia.

Tour de force che si chiude alla grande per Roseto, 7 gare in 21 giorni dopo lo stop causa covid, tre turni infrasettimanali che di fatti hanno costretto Lucarelli e soci agli straordinari, e complice anche infortuni ( Ruggiero, Pastore ) la situazione non era affatto facile: settimana “normale” quella che si appresta a vivere la Liofilchem, si tornerà in campo domenica prossima per il recupero della prima giornata a Senigallia, mentre la settimana successiva, precisamente il week-end del 15/16 Maggio, cominceranno i playoffs, con il calendario che verrà stilato non appena saranno conclusi tutti i recuperi.

Numeri alla mano tre in doppia cifra in canotta biancazzurra: partita importante per Aleksa Nikolic, 17 + 12 per il lungo serbo con uno spaziale 7/8 da due punti e soprattutto canestri fondamentali per la rimonta nell’ultimo periodo, 12 e 9 rimbalzi per un mai domo Serafini, 11 per Amoroso, si ferma a 9 Lucarelli, mentre ancora tanti minuti sul parquet per Luca Cocciaretto e da segnalare anche l’assenza di Pastore; dall’altra parte ( out Ferrari ) in doppia cifra De Nicolao con 12 punti e Bocconcelli con 11.
Gara dai due volti quella vista al PalaMaggetti, con i padroni di casa bravi a scendere in campo col piglio giusto e soprattutto a segnare molto nei primi dieci minuti ( 25 punti ), con Serafini, Sebastianelli e Lucarelli sugli scudi; Padova rientrava a fine periodo sul 25-19, e grazie ad una difesa molto fisica rosicchiava punti su punti fino alla parità del 14°, 28-28. La Liofilchem segna 5 punti in cinque minuti, gli ospiti sono in partita grazie al duo Bocconcelli-De Nicolao: partita non bellissima, Roseto tra il 16° e il 20° segna solamente 1 punto con un tiro libero di Serafini, e all’intervallo il tabellone recita 31-33.

Anche nel terzo quarto il copione non cambia, Roseto fatica tanto in attacco e Padova con tre triple in fila di Barbon mette la freccia sul 35-42 al 25°; la fatica comincia a farsi sentire, Nikolic ne mette 6 in un amen ed è grazie a lui che gli ospiti non riescono a scappare, Pellicano per i primi due del match , Lucarelli e Amoroso chiudono la frazione sul 45-46. Il quarto periodo si apre con la tripla di Bocconcelli, il solito Nikolic riporta sotto Roseto ma De Nicolao prima e Schiavon poi scrivono il massimo vantaggio degli ospiti, 48-56, al 34°. Inerzia tutta veneta ma è qui che esce fuori la voglia e il cuore biancazzurro: si alza una vera e propria muraglia dentro l’area, la difesa è super e in attacco ci pensano i vari Di Emidio, Nikolic e Amoroso, con Padova che non segna praticamente più per il 64-56 finale.

Luciano Di Giulio

Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.