Roseto, Pallacanestro perde a Rimini 82 a 67

pallacanestro

Esce sconfitto Roseto dal PalaFlaminio di contro i padroni di casa della Rivierabanca con il risultato finale di 82-67. Gli uomini di coach Ferrari salgono così a quota 32 in classifica, a meno 4 proprio dalla capolista Liofilchem e ribaltando anche il meno 8 nello scontro diretto perso all’andata in Abruzzo. Il break decisivo per i romagnoli (out Saccaggi e Mladenov) a cavallo tra 31° e 35°, per poi allungare definitivamente nel finale: miglior realizzatore Aleksa Nikolic con 22 punti, 9 per Zampogna e 8 per Mei, tre invece gli uomini in doppia cifra in casa Rimini, top scorer Tassinari con 20 punti , super la gara dell’under Scarponi con 17 punti, fondamentale con i canestri nel secondo e terzo periodo, 16 per Masciadri.

Quaglia che non ha potuto ancora contare su capitan Ruggiero, rimasto a Roseto e alla sua terza gara out dopo l’infortunio patito con Roma, ha dovuto fare i conti con una settimana di allenamenti difficile, con i vari Amoroso, Mei e Serafini che si sono allenati col contagocce.

Gara che ha visto comandare Rimini sin dall’inizio grazie ai canestri di Tassinari: 12-5 al 5°, Roseto ha in Di Emidio l’uomo in più, ma ancora Tassinari da fuori coadiuvato da Rinaldi per il 17-9 del 7°; Nikolic e una tripla di Mei ricuciono lo svantaggio a fine periodo, 19-16. Nel secondo quarto Quaglia prova a mescolare un po’ le carte in difesa e in attacco arrivano i primi punti di Serafini e Zampogna, ma i padroni di casa trovano risorse dalla panchina con Rivali e Arrigoni e scrivono 30-25 al 15°; Amoroso ne mette due di alta classe, ancora Di Emidio dalla lunetta, prima che Tassinari firmi il 36-33 dell’intervallo.

Al rientro dagli spogliatoi entra definitivamente in partita Aleksa Nikolic, il lungo serbo ne mette 7 in un amen firmando il vantaggio biancazzurro sul 36-38, controparziale pesante locale con 4 triple, 48-40 e time-out Roseto. Al rientro Roseto fa 7-0 in un minuto e mezzo tornando a meno1, gara che si riaccende tra il rumoroso tifo locale e dei tanti supporters arrivati dal Lido delle Rose. Pastore e Amoroso firmano il 50-52, ma ancora Scarponi per il +1 a fine quarto, 53-52.

Negli ultimi dieci minuti i locali alzano ancora l’intensità in campo, Masciadri è praticamente perfetto, Arrigoni e Tassinari sono letali, mentre Roseto perde ritmo calando fisicamente nonostante i tanti buoni tiri trovati: 65-55 al 35°, con i padroni di casa che reggono ancora e allungano nel finale grazie ancora ai due lunghi.

Prossimo match domenica 6 Marzo seconda trasferta in fila: i biancazzurri saranno di scena al PalaSojourner di contro i padroni di casa della Npc.

RIVIERABANCA RIMINI – LIOFILCHEM ROSETO 82-67 (19-16, 17-17, 18-19, 29-15)
Rimini: Tassinari 20 , Amati n.e., Carletti n.e., Scarponi 17, Rossi n.e., Rivali 7 , Arrigoni 7, Bedetti 5 , Rinaldi 9 , Fabiani 4 , Masciadri 16 , Saccaggi n.e. All. Ferrari

Roseto: Gaeta n.e. , Zampogna 9 , Di Emidio 7, Bassi , Mei 8 , Pastore 6 , Amoroso 6 , Mraovic 2 , Nikolic 22 , Serafini 7 All. Quaglia

NOTE: Tiri da 2: Rimini 13/28; Roseto 18/40
Tiri da 3: Rimini 14/39; Roseto 6/26
Tiri Liberi: Rimini 14/15; Roseto 13/17
Rimbalzi: Rimini 42 (12 offensivi ) ; Roseto 38 (10 offensivi )
Assist: Rimini 16; Roseto 12

USCITI PER 5 FALLI: Arrigoni (Rimini)

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.