Roseto, Panthers perdono con San Raffaele 44 a 56

roseto panthers

Le atlete della San Raffaele hanno meritato il passaggio del turno. Hanno condotto nel punteggio per oltre settantacinque minuti su ottanta contro quella che dovrebbe essere la squadra più forte, hanno sopperito alle rotazioni più corte e all’assenza di Zappellini, hannio giocato due partite sostanzialmente perfette: nella pallacanestro esistono gli avversari, ed è giusto rendergli merito. Alle ragazze magistralmente dirette dalla giovane coach Sara Ciccalotti non ci resta che rivolgere un grande in bocca al lupo per la semifinale.
Quanto alle ARAN Cucine Panthers Roseto, l’unica (ma fondamentale) buona notizia è che non tutto è perduto. Domenica prossima, sul neutro del PalaSojourner di , lo spareggio secco contro il Roma assegnerà il terzo e ultimo ticket per le semifinali. Ed è chiaro che bisognerà arrivarci cancellando la delusione per la prova di ieri, da dimenticare in tutto e per tutto: a livello offensivo, con i 44 punti segnati tra le mura amiche (ovviamente season low). Nella propria metà-campo, con il San Raffaele che ha preso troppo spesso i tiri che voleva. E deludente è stata purtroppo anche la presenza di pubblico al PalaMaggetti, molto lontana da quella che ci si aspettava per una partita così importante.
Una partita che, sportivamente parlando, è stata di fatto un’agonia: Roseto è andata sotto nel punteggio fin dalle prime battute, e non è mai riuscita a capovolgere (mentalmente prima ancora che tecnicamente) l’inerzia della partita. I 18 punti segnati in un primo tempo chiuso sotto di 11 sono un dato piuttosto eloquente in tal senso: soltanto a inizio terzo quarto le ragazze di coach Ferazzoli hanno avuto un sussulto d’orgoglio, riportandosi sul -5. Un fuoco di paglia, purtroppo: da lì in poi il San Raffaele, che ha avuto una chirurgica Grattarola in evidenza assieme alla solita De Marchi, ma con tutte le atlete brave a farsi sempre trovare pronte, ha ripreso il comando del match e controllato senza problemi la situazione.
Lo schiaffo è pesante, ma Roseto ha l’obbligo di rialzarsi: domenica a Rieti ci si gioca una stagione in quaranta minuti, contro quel Basket Roma battuto due volte su due quest’anno ma anche giustiziere delle Panthers nello scorso giugno. La vincente della sfida del PalaSojourner accederà alle semifinali, con formula di andata e ritorno, in programma il 29 maggio e il 5 giugno contro la prima classificata del girone lombardo.

ARAN CUCINE PANTHERS ROSETO-SAN RAFFAELE ROMA 44-56
(10-19; 18-29; 33-45)

ROSETO:
Marini, Albanese 2, Lucente 2, Zanetti 13, Azzola ne, Schena 6, Duran Calvette 4, Lucchesini 11, De Vettor 2, Kotnik 2, Atanasovska 2, Rizzati. Coach: Ferazzoli.

SAN RAFFAELE:
Grattarola 12, Ciaccioni 6, Daniele, Garau 5, Panariti 6, De Marchi 13, Meskhi 5, Bellante, Ingiosi, Andreassi, Cupellaro 9. Coach: Ciccalotti.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.