Roseto, Mattia Mastroianni tesserato alla Pallacanestro

pallacanestro roseto

La Pallacanestro Roseto in una nota annuncia di aver firmato per la prossima stagione 22/23 Mattia Mastroianni, ala, classe ’94, di 203 cm.
Napoletano di nascita Mattia muove i primi passi nel mondo della pallacanestro nella sua città natale, si trasferisce poi a Chieti in DNA nel 2012-13, successivamente a Castelfiorentino, quindi a Martina Franca, Falconara e, nel 2016-2017 a Napoli, sempre in serie B, dove è protagonista della cavalcata vincente dei ragazzi di coach Ponticello, che porta alla promozione in A2 e alla vittoria della Coppa Italia.
L’anno dopo viene confermato dalla compagine partenopea prima di trasferirsi, nel 2018, alla Viola Reggio Calabria ma fino a dicembre, perchè a gennaio diventa un giocatore di Orzinuovi e conquista una nuova promozione in serie A2.
Nella stagione 2019/20 milita in serie B a Palestrina chiudendo la stagione, interrottasi per l’emergenza sanitaria, al primo posto nel girone D. Nella stagione 20/21 si trasferisce alla Virtus Kleb Ragusa, dove viaggia ad una media di 16 punti a partita, fino all’ultima stagione giocata con la maglia di Ruvo di Puglia, dove ritrova coach Ponticiello e indossando la quale ha affrontato ed eliminato la Pallacanestro Roseto dalla Supercoppa espugnando il PalaMaggetti (ma si era nel settembre 2021) per 78-82 con una prestazione da 12 punti e 6 rimbalzi in 33 minuti di utilizzo.
Mastroianni è un lungo bidimensionale che ama destreggiarsi indifferentemente nel pitturato e con i piedi fuori dall’arco, ed arriva a Roseto nel pieno della sua maturità cestistica.
Queste le sue prime dichiarazioni da neo biancazzurro.
“Quando mi è stato prospettato di firmare per Roseto, non ho avuto esitazioni. Una piazza storica del , una società ambiziosa, un pubblico caloroso e competente, una tradizione cestistica che ha forgiato tanti campioni del passato e del presente. Non ho avuto dubbi. Certo, sono consapevole che questo comporta grandi aspettative, ma la cosa non mi spaventa, anzi mi motiva. La mia aspirazione è divertire divertendosi per… non dico altro per scaramanzia. Per il momento, dico solo che darò il massimo, come e più di sempre, e che non vedo l’ora di incontrare tutti al raduno per costruire insieme qualcosa di importante”.
Coach Quaglia parla così del nuovo lungo rosetano: “Mattia è un giocatore abituato a giocare in squadre con obiettivi importanti. Ha ottenuto più volte la promozione dalla serie B alla A2 e sa come giocare partite di alto livello. È un giocatore che apre il campo con il suo tiro da 3pt, difende su tutti i giocatori perimetrali, lunghi ed esterni anche grazie alle sue leve molto lunghe ed è un giocatore molto attento e disponibile al sacrificio. Siamo molto felici di essere riusciti a portare nel roster l’ennesimo giocatore che sappia occupare spazio in difesa e che possa aprire il campo”.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.