17 Aprile 2024

TG Roseto

Notizie locali Abruzzo e nazionali – Informazione in tempo reale

Teramo, TaSp vs LUISS Roma al palasport Tino Pellegrini di Scapriano

Davide contro Golia. E' questo il primo paragone che viene in mente in sede di presentazione della sfida fra la a Spicchi e la LUISS dell'ex biancorosso Giorgio Di Bonaventura, in programma domenica 26 febbraio (ore 18) al palasport Tino Pellegrini di Scapriano. Una gara che vede i biancorossi fronteggiare l'attuale seconda forza del campionato, vera e propria formazione schiacciasassi se pensiamo che nelle ultime 11 gare ha vinto 10 volte, perdendo solo fuori casa a Roseto. Già questo dato rende l'idea sull'altezza della montagna da scalare domani al PalaScapriano. Ma la coraggiosa TaSp vuole ovviamente provarci, pur essendo cosciente dell'immensa difficoltà di questo match, e pur dovendo sfogliare la margherita fino alla palla a due per sapere se Lorenzo Calbini potrà essere della gara.

E a proposito del team del presidente Fabio Nardi va comunicata una mossa di mercato finalizzata proprio in queste ore. Di comune accordo con Alessandro Vigori è stata infatti formalizzata la rescissione del contratto con il centro nativo di che chiude così la sua avventura in con 6 punti e 3 rimbalzi di media. Nel salutare e nell'esprimere il ringraziamento dovuto ad Alessandro, la Teramo a Spicchi può dare al contempo il benvenuto a un nuovo atleta, Mattia Melchiorri, esterno classe 1997, visto brevemente in città in Serie B con la maglia dell'allora Adriatica Press Teramo nella stagione 2019/20, poi interrottasi a causa del covid. Viene quindi lasciato andare un lungo e inserito nelle rotazioni una guardia/ala di 193 cm che ha diversi campionati di Serie B alle spalle fra Valdiceppo, Isernia, Salerno, Scauri, Formia, Sangiorgese, un campionato di C Gold vinto lo scorso anno con la Fortitudo Roma ed esperienze in A2 con Casale Monferrato (2015/16) e Zeus Energy Group (2017/18).

Tornando alla partita, coach Andrea Gabrielli chiede comunque ai suoi il massimo della concentrazione per tentare questa impresa titanica: “C'è poco da girarci attorno – taglia corto il tecnico biancorosso –. Affrontiamo la squadra più in forma del momento con 10 vittorie conquistate nelle ultime 11 gare giocate. Siamo quindi consapevoli del fatto che dovremo fare una partita particolare, che per noi vuol dire andare oltre ogni limite. La LUISS vive di fiammate importanti. Non dimentichiamoci mai che quello di Roma è il miglior attacco del campionato. Un attacco capace di mettere a segno circa 30 punti con tiri da tre per ogni gara. Inoltre è una formazione molto lunga per cui ci aspetta una partita veramente complicata. Cerchiamo di recuperare tutti i giocatori dagli infortuni e vedremo all'ultimo momento chi far scendere in campo. Siamo consapevoli dell'ostacolo che ci si pone davanti ma in casa nostra ci siamo sempre fatti valere per cui daremo il massimo anche stavolta”.

Vediamo infine qualche cifra che possa sottolineare ulteriormente l'elevato valore dell'avversario del sesto turno del girone di ritorno. I numeri ci dicono che la LUISS Roma, unica squadra ancora imbattuta in casa, con solo 4 sconfitte subite in 20 gare giocate. Un risultato che ha consolidato sempre più la considerazione del team di coach Paccariè, dotato dell'attacco più prolifico di tutti e quattro i gironi della Serie B (come i capitolini, anche Fabriano porta a casa 83,2 punti per gara ma con una quantità inferiore di canestri messi a segno). Un volume di pallacanestro offensiva ingombrante per le difese avversarie e che passa per le mani di diversi giocatori. Su tutti il play Pasqualin, primo per valutazione (22,9) nel girone D e secondo solo ad Andrea Renzi della Viola Reggio Calabria se consideriamo tutti e quattro i gironi della Serie B. Ma di certo non mancano alternative al portatore di palla titolare dei romani. A partire dal mortifero tiratore Fallucca (14,7 di media con il 40% da tre punti), per arrivare all'ala Jovovic (12,4 punti di media con il 67% da due punti) e al tuttofare Legnini (11,1 punti e 5,1 rimbalzi di media). Altri elementi di esperienza sono il già citato Di Bonaventura, il lungo Allodi (9,3 punti e 5,3 rimbalzi a partita) mentre minuti di qualità vengono infine offerti anche da Murri, Barbon e Perotti, a completare uno squadrone che costringerà i biancorossi a gettare nuovamente il cuore oltre l'ostacolo per tentare quella che può essere considerata una “mission impossible”.

Vuoi ricevere le notifiche da TG Roseto? Accetto No grazie