17 Giugno 2024
Sport Abruzzo

Teramo, TaSp 2K20 ingaggia Matteo Zanetti

Matteo Zanetti è un nuovo giocatore della a Spicchi 2K20. Con una decisa mossa di mercato la società biancorossa ha individuato e firmato in breve tempo questa ala 22enne di 195 centimetri con già esperienze di qualità in carriera. Un rimbalzista dotato di un gran fisico, che gioca con grande intensità, utile nei cambi difensivi. Uscito dalle giovanili della Fortitudo , Matteo ha infatti giocato quattro anni fa in A2 nel Ravenna (allenato dal coach teramano Massimo Cancellieri) mentre gli ultimi tre anni li ha passati in Serie B con l'Andrea Costa (al fianco dell'ex biancorosso Robert Fultz), con la Cestistica Torrenovese (compagno di squadra era l'ex biancorosso Sebastiano Perin) e con il Basket Kleb Ragusa.
Raggiunto telefonicamente è lo stesso Matteo Zanetti che racconta come si è avvicinato al mondo della pallacanestro, lui che è nato a Bologna, la Basket City italiana per antonomasia: “Di certo, la presenza in famiglia di mio padre e dei miei zii, tutti con un passato da giocatore, ha influito nella mia scelta. Stesso discorso vale per mia sorella, Sara, che gioca in A2 femminile. Però a dire il vero, il basket non è stato il mio primo sport. Poi a 6 anni, quando ho iniziato a giocarci è stato amore a prima vista. Vengo dalle giovanili della Fortitudo Bologna e di quel periodo ricordo con piacere le finali nazionali U16 e U18, così come le partecipazioni a raduni e tornei con le Nazionali giovanili. Da qualche anno gioco a livello senior. Ho avuto un'esperienza in A2 con Ravenna, dove ho imparato tanto pur vedendo poco il campo. Lì ho capito cosa vuol dire fare il giocatore di basket a livello professionistico. Da tre anni invece gioco il campionato di Serie B e ora sono a Teramo con tanta voglia di far bene”.
Trapelano motivazioni chiare dalle parole della nuova ala biancorossa: “Sono super entusiasta di giocare per Teramo – prosegue Zanetti –, vuoi per il prestigio di una piazza che ha visto la Serie A per tanti anni, vuoi per la società di cui ho avuto ottime referenze e vuoi per la grande voglia di riscatto che covo dopo l'ultima stagione a Ragusa. Siamo andati al di sotto delle aspettative d'inizio stagione e quest'anno farò di tutto per giocare un campionato diverso dall'ultimo disputato. Fondamentale sarà creare il gruppo e l'essere disposti ad aiutarsi. Mi è stato prospettato un bel progetto dalla Teramo a Spicchi e dopo la chiacchierata che ho avuto con l'allenatore sono ancora più convinto che ci siano le basi per fare bene a Teramo. Non vedo l'ora di iniziare a lavorare in palestra. Ci metterò cuore e anima ogni giorno per migliorare e per aiutare la squadra a crescere”.
Nonostante la giovane età Matteo mostra un ottimo livello di consapevolezza sul ruolo che lo attende alla TaSp: “Non conosco le altre squadre del girone – conclude il nativo di Bologna – ma sono certo che andiamo incontro a un'annata impegnativa. Questo però non mi spaventa. Tutt'altro. Mi stimola a dare il massimo. Atletismo e fisicità sono sempre state le mie caratteristiche principali ma sono certo che col tempo avrò modo di aggiungere altre armi al mio bagaglio. Da un lato so che come giocatore devo migliorare e che posso farlo. Dall'altro, avendo alle spalle 3 campionati di Serie B, posso dare consigli utili ai compagni di squadra che vengono dalla Serie C per aiutarli ad ambientarsi in un contesto fisico e competitivo. Ripeto, per fare bene sarà fondamentale cementare lo spirito di gruppo e avere l'atteggiamento giusto all'interno della squadra”.
Coach Massimo Gramenzi si mostra decisamente soddisfatto per aver aggiunto in quintetto un elemento di sostanza: “Sono molto contento che Zanetti sia stato inserito nel nostro roster. Ho imparato a conoscerlo nel tempo e l'ho visto giocare parecchie volte. Ha quelle caratteristiche di gioco che rispecchiano l'idea di atleta che abbiamo cercato in queste settimane, ossia un giocatore duttile, che possa ricoprire più ruoli. Sarà il nostro 4 in partenza ma all'occorrenza potrà anche giocare da 5 o da 3. Sarà quindi nelle rotazioni sia degli interni che degli esterni. E' un atleta tosto, di quelli che mette il corpo in ogni situazione per creare vantaggi per se e per gli altri. Ha molta determinazione e sa di poter e dover migliorare tanto. E penso in questo caso al tiro da fuori. Pur essendo del 2001 ha già parecchie esperienze in Serie B e in un settore giovanile importante come quello della Fortitudo Bologna. Inoltre, a livello di intensità sarà utilissimo per noi”.
Altrettanto soddisfatto è il DS della TaSp Davide Piliego: “Mi fa piacere che Matteo abbia accettato di venire a Teramo. E' un giocatore che abbiamo voluto fortemente e che conosco bene per averlo visto diverse volte in partita. Dal vivo l'ho visto giocare molto bene due anni fa con Torrenova nella serie playoff contro Roseto. E' giovane ma ha giocato già dei campionati di Serie B da protagonista. Ha potenzialità e ampi margini di crescita ma sono sicuro che già nell'immediato sarà importante il suo contributo alla nostra squadra. Può avere un ottimo impatto fisico in B Interregionale e si completa tatticamente sia con Zalalis che con Moretti. E' intercambiabile e mette tanta intensità sul campo. Va molto bene a rimbalzo, soprattutto in attacco. E' un grande lavoratore e non si tira indietro se c'è da alzare il livello di agonismo in campo. Sarà un elemento importante nel nostro gruppo”.

Vuoi ricevere le notifiche da TG Roseto? Accetto No grazie