1 Marzo 2024

TG Roseto

Notizie locali Abruzzo e nazionali – Informazione in tempo reale

Teramo, TaSp Mediterranea perde a Porto Recanati 79 a 77

teramo tasp

Come accaduto una settimana fa in trasferta contro l'Amatori Pescara, la Mediterranea torna a casa sconfitta di due punti, pur avendo avuto a disposizione l'ultimo tiro per provare a vincere. Stavolta è la Si con te Attila Porto Recanati a trionfare 79-77, rischiando di far svenire qualche tifoso di casa che a 14 secondi dal termine, sul 78-70 per i marchigiani, già alzava le braccia al cielo. Ma i biancorossi ci hanno creduto fino all'ultimo secondo e prima Duranti da metà campo, poi Zanetti da sotto, hanno tentato rispettivamente di vincere o pareggiare una gara giocata con agonismo dalla Teramo a Spicchi, colpevole solo di non aver trovato continuità per tutti i 40 minuti, lasciando agli avversari il comando del ritmo di gara in troppe occasioni.

Più di una volta infatti Porto Recanati ha tentato la fuga e ogni volta i biancorossi sono stati bravi a ricucire i divari, anche in doppia cifra, venutisi a creare. E questo genere di reazione fa vedere a coach Massimo Gramenzi il bicchiere mezzo pieno: “Ci portiamo dietro di positivo – ha così commentato a fine partita il tecnico teramano – la reazione nell'ultimo quarto e la voglia di continuare a lottare fino all'ultimo secondo. E' ciò che avevo chiesto ai ragazzi all'intervallo fra il primo e il secondo tempo. Abbiamo incontrato una squadra attrezzatissima per questo campionato, che ci ha battuto anche all'andata e questi aspetti non vanno dimenticati. Nei primi due quarti dovevamo essere più solidi. A mio giudizio la cattiveria, l'intensità, la determinazione a rimbalzo hanno fatto la differenza in quel frangente. Poi siamo stati bravi a restare in partita e a crederci anche quando a 14 secondi dalla fine eravamo sotto di 8 punti. Purtroppo è la seconda trasferta consecutiva che perdiamo di due punti avendo la palla in mano per vincere e l'amarezza è tanta”.

Ad incidere in negativo sul rendimento della Teramo a Spicchi anche qualche decisione arbitrale e qualche non fischio che ha lasciato sbalorditi sia i giocatori teramani che i tanti tifosi giunti a Porto Recanati per sostenere i propri beniamini: “C'è stato nel match qualcosa che non ho compreso bene – ha sottolineato coach Gramenzi –. Loro hanno tirato 20 tiri liberi e noi solo 7 ed è chiaro che in una partita così fisica, con tanti contatti, questo dato sorprende. Penso anche alla netta gomitata in volto subita da Di Febo e fischiata negli ultimi secondi come fallo di gioco, non come antisportivo. Però andiamo avanti. Non ci siamo mai lamentati per questi fattori e non lo facciamo stasera. Adesso guardiamo oltre perchè arriva un'altra settimana lunga e difficile. Mercoledì ci aspetta una partita fondamentale per il nostro campionato, una gara da vincere assolutamente”. Il riferimento dell'allenatore teramano è al derby di mercoledì sera che alle 20:30 vedrà affrontarsi al palasport dell'Acquaviva la Mediterranea Teramo e il Roseto 20.20. Un match da giocare con il massimo della determinazione e con l'auspicio di fare il pieno dell'entusiasmo sugli spalti grazie alla presenza di tanti tifosi biancorossi.

Si con Te Attila Porto Recanati: Mancini 22, Balilli, Napoli ne, Losinski ne, Gamazo 16, Marcone ne, Cingolani, Redolf 10, Trentini 6, Gulini 14, Montanari 11, Anibaldi. All. Nicola Scalabroni

Mediterranea Teramo: Gaspari ne, Zanetti 16, Moretti, Trovarelli 10, Massotti 9, Di Gregorio ne, Prenga 2, Duranti 16, Di Paolo 14, Di Febo, Zalalis 10. All. Massimo Gramenzi

Vuoi ricevere le notifiche da TG Roseto? Accetto No grazie