19 Aprile 2024

TG Roseto

Notizie locali Abruzzo e nazionali – Informazione in tempo reale

Roseto, sindaco chiarisce sulle esumazioni cimiteriali

Nella città di , il Sindaco Mario Nugnes, interviene in merito alle esumazioni in corso nei cimiteri cittadini per fare chiarezza sulla vicenda. In redazione è arrivata una nota a sua firma dove spiega e fa chiarezza sulla vicenda delle esumazioni avvenute nel 2023 e quelle in corso nel 2024. Riportiamo di seguito il suo chiarimento. “A norma dell'articolo 82 del DPR 285/90, ordinariamente, la concessione di una fossa per l'inumazione a terra, data gratuitamente dall'ente, ha una durata decennale. Scaduto il termine di concessione i congiunti possono disporre come conservare i resti dei propri cari e, in difetto, gli stessi vengono conservati nell'ossario comunale. In carenza di spazi, annualmente, con provvedimento del dirigente competente, si pianificano le esumazioni di salme inumate da più di dieci anni: ciò è avvenuto lo scorso anno con determinazione N. 27 del 09-02-2023 Registro generale n. 72 per l'esumazione di 44 salme, ed è avvenuto per l'anno in corso con determinazione n. 209 del 20.11.2023 R.G. n. 742 con la quale è stato avviato il procedimento di esumazione ordinaria di n. 112 salme. Essendo ampiamente scaduti i termini di concessione, prima di procedere sarebbe bastato pubblicare per 30 giorni l'avviso delle operazioni cimiteriali programmate, ma proprio per rispetto del sentimento di pietas dei familiari, gli uffici, oltre a pubblicare l'avviso sull'Albo Pretorio, sulla porta dell'ufficio cimiteriale e presso il cimitero stesso, hanno provveduto a telefonare ai numeri dei congiunti presenti in anagrafe: in alcuni casi non hanno ricevuta risposta, né sono stati richiamati. Da sempre i servizi cimiteriali sono a pagamento perché così stabiliscono varie deliberazioni di giunta comunale: come sia stato possibile che certi servizi a domanda non venissero pagati non è dato saperlo e preferiamo credere che ciò non risponda a verità. Ciò premesso comprendiamo che tutto questo possa rappresentare una novità perché, purtroppo, dobbiamo constatare che fino all'anno 2022 nel comune di Roseto degli Abruzzi non c'è traccia di alcun atto amministrativo di gestione delle operazioni cimiteriali. Un modus operandi che ha creato non poca confusione tra i cittadini che, in alcuni casi, sono stati portati a credere di avere a disposizione una concessione sine die. Mi preme sottolineare, infine, che le operazioni di esumazione, eseguite nel rispetto nella legge, si sono rese necessarie anche per recuperare le fosse utili a dare una dignitosa sepoltura ai nostri cari in una situazione di carenza come quella che stiamo vivendo”.

Vuoi ricevere le notifiche da TG Roseto? Accetto No grazie