22 Giugno 2024
Cinema e TeatroCronaca Abruzzo

Lanciano, “pietre che cantano”


Suoni e racconti dal mondo agro-pastorale, di e con Francesca Camilla D’Amico e Massimiliano Di Carlo. Scene: Atelier La Lucciola, Palermo. Produzione: Alberi di maggio eBradamante Teatro Racconto Territori Un piccolo viaggio nell’immaginario popolare intorno al rapporto con la morte, gli astri, la musica, il lavoro, l’epica cavalleresca, la poesia, il canto. Lo spettacolo nasce dalla frequentazione degli anziani di vari paesi tra Abruzzo, Lazio e Marche e dalla raccolta di canti, suonate e racconti. La pietra è un elemento fortemente caratterizzante nei territori dove il canto risuonava tra le rocce, in montagna e nei pascoli, nei campi e nelle aie tra le case fatte di pietra. Come pietre sono gli anziani portatori di questa antica cultura che ha radici profonde e che nella loro solidità sembrano essere scalfiti solo dal tempo e dal vento, che hanno scavato sulla loro pelle e le loro voci in tanti anni di lavoro a contatto con la natura.  Cantano le pietre-persone e cantano le pietre della terra parlando di un continuo ciclo di morte e rinascita, di amore e di lavoro, di lune, di stelle e cavalieri, miti e madonne, in una sovrapposizione di divinità arcaiche e santi. Venerdì 22 febbraio, ore 21:30 , C/o Le Caltapie, Via S.Liberata 107/A, Lanciano (CH)

Vuoi ricevere le notifiche da TG Roseto? Accetto No grazie