Chieti, aumentate le tariffe uso dello stadio Angelini

stadio angelini chieti

Dopo gli aumenti sulle tariffe della tassa rifiuti, che saranno discussi in consiglio comunale lunedì mattina dopo che quello di ieri è saltato, nel 2019 i rincari, fino al 20 per cento, colpiscono anche quelle per l’uso degli impianti sportivi cittadini, non solo per le società sportive, ma anche per i singoli, per quanto riguarda le tariffe intere e ridotte. Le tariffe sono state approvate la scorsa settimana dalla giunta comunale.

Ad esempio, per quanto riguarda lo stadio Angelini, fino al 31 dicembre 2018, un’ora di allenamento nell’impianto prevedeva un costo di 60 euro, mentre quest’anno sale a 90.
Giocare una partita senza l’accensione dell’impianto di illuminazione passa da 450 a 700 euro (ridotta da 60 a 90 euro), mentre per gli incontri in notturna la tariffa arriva addirittura a 850 euro, contro i 550 euro dell’anno passato (ridotta da 120 a 180 euro).
Le tariffe ridotte, che prevedono notevoli sconti, vengono applicate nel momento in cui la società sportiva si accolla le spese di custodia, manutenzione ordinaria e pulizia dell’impianto.

Per quanto riguarda la pista di atletica, l’allenamento individuale sale da 5 a 7 euro, mentre le società, che prima pagavano 18 euro, ora dovranno saldarne 27 (tariffa ridotta da 12 a 18 euro).

Organizzare una competizione, invece, ha un costo di 90 euro (60 nel 2018), mentre per le gare in notturna, con l’accensione dell’impianto di illuminazione si passa da 150 a 180 euro.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.