Teramo, stagione dei Concerti e Danza

acs
acs

Sono tantissime le novità che ACS Abruzzo e Molise Circuito Spettacolo ha in serbo per la Stagione di Danza e Concerti 2019/2020 del Teatro Comunale di Teramo, si tratta di una programmazione quanto mai variegata e ricca con ben 15 spettacoli di cui 10 concerti (uno fuori Stagione) e 5 di danza (uno fuori Stagione) tra novembre e marzo.
Il fil rouge che lega ogni scelta artistica nella programmazione è quello della formazione del pubblico e della valorizzazione delle risorse del territorio, principi ispiratori che hanno dato vita ad alcune particolari iniziative: il pubblico troverà ad ogni concerto le “Note al Programma“, per una più facile comprensione dello strumento, del repertorio, del valore di una grande orchestra e di interpreti di levatura; sempre nel solco di una reale attenzione all’aspetto formativo per gli studenti di musica nasce il progetto “A tu per tu con l’artista”, un incontro privilegiato con gli interpreti prima o dopo il concerto, utile per un confronto e una conoscenza che superi l’ascolto e che diventi l’opportunità per soddisfare curiosità, sciogliere dubbi e comprendere i diversi percorsi di vita professionale di importanti personalità del panorama mondiale musicale; “I Giovani nel Foyer” è un’iniziativa grazie alla quale gli spettatori avranno il piacere di assistere, nei minuti che precedono l’inizio degli spettacoli, all’esibizione di giovani talentuosi in un momento di valorizzazione e promozione di promesse che sono il nostro futuro; in questo contesto si inserisce anche la felice collaborazione con il Conservatorio Gaetano Braga di Teramo che è protagonista nel Giorno della Memoria di un Concerto della sua Orchestra diretta dal M° Simone Genuini; infine in tema di valorizzazione dei giovani emergenti, importante la presenza sul palco del cantautore teramano Francesco Sbraccia, fresco vincitore del Premio Musicultura 2019 che non poteva non avere un posto in prima linea nel Teatro della sua Città.
“Grandi nomi si alterneranno sul palco del Teatro” spiega il Direttore artistico Musica Carlo Michini “dal primo clarinetto solista del Teatro alla Scala di Milano Fabrizio Meloni al divo del violino Stefan Milenkovich, da Fabrizio Bosso ad Antonio Onorato per il jazz, e poi ancora tre orchestre, la Filarmonica Marchigiana, la storica Fanfara dei Carabinieri della Legione Allievi di Roma, l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio Statale “G. Braga” di Teramo, il pirotecnico ensemble di percussioni del Teatro alla Scala di Milano, il pianista medaglia d’argento della 9° edizione del prestigioso premio Liszt di Weimar – Bayreuth Ruben Miceli, il pianista Manuel Araujo, vincitore del 89° Concours International Léopold Bellan di Parigi, fino ad una delle personalità più influenti nel mondo del gospel come il Pastor Ron. Star assolute del panorama musicale mondiale che regaleranno alla Città di Teramo momenti di grandissima Musica.”
“Come ogni anno” illustra il Direttore artistico Danza Eleonora Coccagna “l’obiettivo per la Stagione di ACS è quello di offrire un programma di danza variegato, di alta qualità con un occhio all’offerta contemporanea del più alto livello in circolazione, e quest’anno il risultato è di grande suggestione: avremo due grandi balletti, i titoli più amati del repertorio classico, Il Lago dei Cigni e Lo Schiaccianoci, con grandi allestimenti e ballerini d’eccezione che incanteranno sicuramente grandi e piccini; e poi tre lavori, Lady Macbeth di Imperfect Dancers Company che esplora il rapporto drammatico tra la vita e la morte, Il Barbiere di Siviglia della Compagnia Artemis Danza che porta in scena un avveniristico “balletto d’azione” e Naufragio con spettatore con cui Roberto Zappalà, già nel 2010, andava a tratteggiare con gesti e azioni il drammatico destino di migliaia di migranti, la disperata fuga attraverso il mare e l’incontro con la salvezza o la morte, un messaggio quanto mai attuale, di accoglimento e inclusione che si sposa perfettamente con la filosofia di ACS e con le azioni messe in campo per rendere sempre più il Teatro la casa di tutti.”

STAGIONE DI DANZA E CONCERTI 2019/2020
Teatro Comunale Teramo

Venerdì 8 novembre ore 21.00 – Danza
Imperfect Dancers Company
LADY MACBETH
“Lady Macbeth” è ispirata dalla tragedia senza tempo di Shakespeare. La performance si concentra sulla devastante e desolante storia d’amore tra Macbeth e sua moglie. Inizia dove finisce la versione di Shakespeare: i Macbeth sono morti. Liberati dai loro tormenti terreni, sono comunque condannati a rivivere all’infinito il periodo più oscuro del loro passato – una punizione inflitta loro e che a loro volta si infliggono a vicenda. Si incolpano l’un l’altro, vedendo l’altro come il vero colpevole. “Lady Macbeth” è un dramma sulla vita e la morte, e sulle ambigue relazioni tra le persone, portando il pubblico in un viaggio alla scoperta delle complessità della psiche umana.

Venerdì 15 novembre ore 21.00 – Concerti
CONCERTO DELLA FANFARA DELLA LEGIONE ALLIEVI CARABINIERI DI ROMA
in occasione dell’evento benefico a favore della ricerca oncologica pediatrica promosso dal Lions Club di Roseto degli Abruzzi Valle del Vomano e dal Lions Club Teramo.
L’istituzione della Fanfara nell’Arma dei Carabinieri risale ufficialmente 1862 e la Fanfara della Legione Allievi Carabinieri fu il nucleo che determinò successivamente la formazione della “Musica” dell’Arma (1894). Il pubblico potrà assistere ad un concerto molto suggestivo, con i componenti della Fanfara in alta uniforme, con un programma molto orecchiabile e amato dal grande pubblico, che spazia da Rossini La Gazza Ladra a West Side Story di Leonard Berstein, da The Symphonic Gershwin di Warren Barker a I Pirati dei Caraibi di Hans Zimmer.

Venerdì 29 novembre ore 21.00 – Concerti
FABRIZIO MELONI E I PERCUSSIONISTI DELLA SCALA
Gianni Arfacchia, Gerardo Capaldo, Elio Marchesini, Francesco Muraca
Fabrizio Meloni, primo clarinetto dell’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano
Un’occasione unica per vedere all’opera uno dei migliori clarinettisti al mondo, Fabrizio Meloni, con l’ensemble di percussioni del Teatro alla Scala. Si avrà la possibilità di scoprire, forse per la prima volta, il vero potenziale espressivo di una famiglia di strumenti, le percussioni, quasi sempre rimasti ai margini del grande repertorio. Il Programma prevede Concerto per clarinetto e percussioni Mauro Montalbetti – Alchimie Fabio Massimo Capogrosso – Carousel David Friedman, Dave Samuels – I. S. DISCOVERY Marchesini, Meloni – Children Song Chick Corea – Greetings to Hermann Hans Gunter Broodman.

Domenica 8 dicembre ore 18.00 – Fuori Stagione
Balletto Di Milano
LO SCHIACCIANOCI/
Balletto fantastico in due atti su musica di P. I. Tchaikovsky
Lo Schiaccianoci è il balletto natalizio che ha fatto sognare intere generazioni, in un’esclusiva versione del Balletto di Milano colorata ed elegante, brillante e ricca di verve. L’ambientazione anni ’20 con i suoi colori vivaci negli arredi e gli elegantissimi costumi sempre in stile conducono immediatamente nel clima della fiaba natalizia per eccellenza. La rivisitazione del celebre balletto di repertorio nulla toglie alla magia della storia originale poiché in questo Schiaccianoci c’è tutto quanto il pubblico si aspetta: dall’albero di Natale alla nevicata, dall’allestimento e costumi importanti alle scarpette da punta… con un pizzico di svecchiamento.

Venerdì 13 dicembre ore 21.00 – Concerti
DALLA FORMA ALLA TRASCENDENZA
MANUEL ARAUJO – Piano Recital
Vincitore in giovane età di alcuni tra i premi più importanti come il Vianna da Motta a Lisbona e 89° Concours International Léopold Bellan a Parigi, il pianista Manuel Araujo attraverso la musica di Franck, Beethoven e Chopin condurrà il pubblico in un viaggio teso a scoprire le diverse sfumature dell’azione poietica di un compositore: la genesi di un’opera divisa tra forma, estetica e suono.

Venerdì 20 dicembre ore 21.00
PASTOR RON GOSPEL SHOW
Pastor Ron Gospel Show ha fatto il suo debutto in Italia nel 2010, riscuotendo un clamoroso successo di pubblico e critica. Lo spettacolo vede come protagonista l’esilarante Pastor Ronald Hubbard, una delle figure più conosciute e carismatiche nel panorama gospel internazionale che ha saputo incantare anche il pubblico italiano con la sua personalità strabordante. Il Pastor Ron Hubbard e il suo gruppo si sono esibiti in prestigiosi palcoscenici tra cui: l’Auditorium Parco della Musica di Roma, Piazza Santissima Annunziata di Firenze, il Palasport di Mestre e il Toscana Gospel Festival. Accanto al Pastore Ron, sul palco altri sei artisti tra cantanti e band: voci potenti e vellutate in pieno stile Black.

Sabato 28 dicembre 2019 ore 21.00 – Fuori Stagione
ETIMOLOGIA/ FRANCESCO SBRACCIA
Francesco Sbraccia è un musicista di Teramo, nel 2019 è vincitore della XXX edizione di Musicultura con “Tocca a me”, aggiudicandosi il premio del pubblico durante le audizioni dal vivo. Etimologia: un disco per prendersi di nuovo cura delle cose semplici e imperfette, una mappa per ritrovarsi, scritta seguendo la grammatica musicale, andando alla radice del cantautorato.
Francesco Sbraccia: chitarra e voce
Francesco Capitanio: chitarra elettrica, cori
Fabio Tona: basso
Edolo Ciampichetti: batteria e percussioni
Federico Adriani: percussioni
Stefano Befacchia: pianoforte e tastiere
Davide Grotta: vocoder e live electronics

Domenica 12 gennaio ore 18.00 – Danza
Balletto Di San Pietroburgo Classical Ballet Tradition
IL LAGO DEI CIGNI
musiche di P.I. Tchaikovsky
coreografie M. Petipa
Solisti Principali Oksana Bondareva, Ernest Latypov
Il lago dei cigni, oggi forse il balletto più famoso del mondo, continua a mantenere intatto tutto il suo fascino per l´atmosfera lunare che accompagna l´apparizione di Odette, per il doppio ruolo di Odette-Odile, cigno bianco e cigno nero, per l´eterna lotta fra il Bene e il Male. Un fiore all’occhiello per il Balletto di San Pietroburgo con le favolose e incantate musiche di P.I. TCajkovskij e su coreografie di Marius Petipa.

Sabato 18 gennaio ore 21.00 – Concerti
TANDEM
Fabrizio Bosso & Julian Oliver Mazzariello
Ci sono due modi di fare le cose insieme: perseguire due strade parallele che portano alla stessa meta, oppure pedalare all’unisono. Quest’ultima è la scelta che hanno fatto Fabrizio Bosso e Julian Oliver Mazzariello, e il primo album dal titolo Tandem, pubblicato nel 2014, testimonia questa unione, iniziata sul palco ma che trascende le regole delle classiche collaborazioni. In 17 anni il loro rapporto di fraterna amicizia e l’approccio con la musica totalmente libero dagli schemi accrescono il loro sodalizio, fino a farli diventare una sola voce. C’è tutta la loro intima essenza artistica in questo duo, un’essenza tangibile e immediata, a testimonianza del fatto che quando i loro strumenti si incrociano a farlo sono anche le loro anime.

Lunedì 27 gennaio ore 21.00 – Concerti
IL GIORNO DELLA MEMORIA
Orchestra del Conservatorio Statale di Musica “G. Braga” di Teramo
Direttore M°Simone Genuini
Nato a Roma, Simone Genuini ha conseguito i diplomi in Pianoforte, in Composizione, in Direzione d’orchestra, in Musica corale e Direzione di Coro, in Strumentazione per Banda, conseguendo inoltre, col massimo dei voti e la lode, il Biennio Superiore in Direzione d’Orchestra.
È Direttore stabile della JuniOrchestra, l’Orchestra Giovanile dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, alla guida della quale ha vinto, nel 2013, del Premio Imperiale delle Arti per la sezione giovani.
PROGRAMMA
Mendelssohn Ouverture Le Ebridi in Si minore
Barber Adagio per archi op.11
Williams Schindler’s list
Schubert Sinfonia n. 8 in Si minore “Incompiuta”
Allegro moderato, Andante con moto

Venerdì 14 febbraio ore 21.00 – Danza
Compagnia Artemis Danza
IL BARBIERE DI SIVIGLIA
In occasione dei centocinquant’anni dalla morte di Gioachino Rossini, Monica Casadei con la Compagnia Artemis Danza affronta uno dei titoli più celebri del maestro pesarese, “Il Barbiere di Siviglia”, con un’interpretazione coreografica che ha debuttato a Pesaro, nello storico Teatro Rossini, in collaborazione con AMAT – Associazione Marchigiana Attività Teatrali e Comune di Pesaro. Uno spettacolo che Monica Casadei ha immaginato come un avveniristico “balletto d’azione” . Ma chi è davvero Figaro? Nella lettura di Monica Casadei Figaro è il prototipo dell’uomo di successo nel mondo di oggi. Inguainato in rigorosi abiti manageriali, l’eroe rossiniano diventa l’emblema di chi riesce a soddisfare con efficacia, vivacità e savoir faire le aspettative di una società che impone ogni giorno di raggiungere i propri obiettivi ottimizzando tempi ed energie.

Venerdì 21 febbraio 2020 ore 21.00 – Concerti
DA BACH AI QUEEN
Orchestra Filarmonica Marchigiana
Stefan Milenkovich Violino solista e concertatore
Una entusiasmante esperienza attraverso vari generi e stili musicali, perfettamente congeniale all’eclettica personalità del grande violinista serbo Stefan Milenkovich. Star assoluta e con un’inimitabile capacità comunicativa, Milenkovich sarà protagonista di una singolare “storia del violino” che, da Bach ai Queen appunto, toccherà i più grandi capolavori del repertorio di Mendelssohn, Čajkovskij, Ravel e Gershwin fino al re dei re Freddie Mercury.
Stefan Milenkovich, nativo di Belgrado, ha iniziato lo studio del violino all’età di tre anni, dimostrando subito un raro talento che lo porta alla sua prima apparizione con l’orchestra, come solista, all’età di sei anni ed incominciando una carriera che lo ha portato ad esibirsi in tutto il mondo. È stato invitato, all’età di 10 anni, a suonare per il presidente Ronald Reagan in un concerto natalizio a Washington, per il presidente Mikhail Gorbaciov quando aveva 11 anni e per il Papa Giovanni Paolo II all’età di 14 anni. Ha festeggiato il suo millesimo concerto all’età di sedici anni a Monterrey in Messico.

Domenica 8 marzo ore 18.00 – Danza
Compagnia Zappalà Danza
NAUFRAGIO CON SPETTATORE
prima tappa di Odisseo, dal progetto re-mapping sicily
coreografia e regia Roberto Zappalà
danzatori Roberto Provenzano, Fernando Roldan Ferrer
al pianoforte Luca Ballerini
soprano Marianna Cappellani
una coproduzione Compagnia Zappalà Danza – Scenario Pubblico performing arts
Naufragio con Spettatore è la prima tappa di ODISSEO, un lavoro sull’emigrazione/immigrazione e sul rapporto che noi bianchi/occidentali abbiamo nei confronti del popolo migrante. Sia il viaggio di Ulisse che molte delle tragiche odissee del tempo presente si dislocano entrambi nella stessa mappa: il mediterraneo. Partendo dall’idea del naufragio si è approdati a concetti quali viaggio, fame/sete, morte/salvezza, assenza di spazio, e non si è potuto non trattare la cronaca con i continui attraversamenti dei migranti e i conseguenti e tragici naufragi; da quello di Porto Palo (il più grande naufragio della storia del mediterraneo dopo la seconda guerra mondiale) a quello del marzo 2009, con tre imbarcazioni con più di 350 migranti affondati al largo della Libia.

Venerdì 20 marzo ore 21.00 – Concerti
ETICA, POETICA E VIRTUOSISMO
Ruben Miceli – Piano Recital
Medaglia d’Argento 9th International Franz Liszt Piano Competition Weimar – Bayreuth 2018.
“Etica, poetica e virtuosismo” rappresenta la sintesi dell’idea interpretativa di un pianista. L’etica è l’obiettivo, la poetica il contenuto, il virtuosismo il mezzo. In un programma come quello che presenta Ruben Miceli tutti questi valori sono facilmente identificabili. L’etica di Beethoven e la poetica di Liszt, infatti, plasmano un virtuosismo che racconta ora una storia ora un’altra. Un programma ricco di musica e tanti altri riferimenti.

Venerdì 27 marzo 2020 ore 21.00 – Concerti
ANTONIO ONORATO NEW QUARTET
Antonio Onorato, compositore e chitarrista eclettico rappresenta un punto di riferimento nel panorama jazz nazionale ed internazionale. Di scuola napoletana, special guest di Pino Daniele del quale era anche un grandissimo amico, Onorato presenta oggi la sua nuova formazione in quartetto con la quale porta in tour il caratteristico sound mediterraneo tipico dello stile partenopeo. Si riparte dai suoni del primo cd “Gaga” fino ad arrivare a “Vesuvio Blues”, passando dalle atmosfere brasiliane agli indiani d’America, dal jazz al rock-blues, ma con la tradizione melodica napoletana sempre nel cuore. Una musica che va oltre il jazz, un suono che supera il sogno ed entra profondamente nell’anima e nella mente dell’uomo, nelle sue emozioni e nei suoi desideri.

GIOVANI NEL FOYER

Venerdì 15 novembre ore 20.00
Claudia Scialo’ – violoncello
Federico Santori – pianoforte

Venerdì 29 novembre ore 20.00
Marco Curzi, piano recital

Venerdì 13 dicembre ore 20.00
QUARTETTO DANTE
Francesca Rienzi, violino
Paolo Capanna, viola
Francesco Salvador, violoncello
Paolo D’Agostino, pianoforte

Sabato 18 gennaio ore 20.00
TETRA SAXPHONE QUARTET
Giuseppe Olivieri Soprano Sax
Nicola Di Claudio Alto Sax
Angelo Perrucci Tenor Sax
Michele Mariani Baritone Sax

Lunedì 27 gennaio ore 20.00
In collaborazione con il Conservatorio Statale di Musica “G. Braga” di Teramo
ENSEMBLE CAMERISTICO degli studenti del Conservatorio

Venerdì 21 febbraio ore 20.00
Alessio Falciani, piano recital

Venerdì 27 marzo ore 20.00
Davide Rasetti, piano recital

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.