Roseto, Giornata internazionale per la lotta alla violenza sulle donne

festa donna

L’amministrazione municipale di ha organizzato per il 25 Novembre un “percorso” di riflessione sul fenomeno della violenza contro le donne, con la partecipazione delle scuole e di varie associazioni del territorio, come da programma che segue:

Ore 10.00
Saluti Istituzionali presso la Sala del Consiglio Comunale
Riflessione sulla Giornata del 25 novembre
Presentazione dell’Associazione “Il Guscio”

Ore 10.30
Flash Mob in Piazza della Repubblica con la partecipazione dei ragazzi del Polo Liceale Saffo coordinati dalla Prof. Mafalda Suppa che eseguiranno una coreografia dal titolo “D’Amore Non si Muore”.
Al termine dell’esibizione i ragazzi posizioneranno delle scarpe rosse sulla pavimentazione della Piazza, che resteranno tutta la giornata come simbolo della violenza alle donne troppo spesso ignorata o negata.
Lettura del brano “Riflesso” di Valentina Peracchia tratto dall’Antologia “Il Silenzio Uccide” a cura di Andreina Moretti.

Ore 11.00
Momento di ricordo e commemorazione di Ester Pasqualoni in prossimità della panchina a lei dedicata in Piazza della Repubblica.
Esecuzione di un brano musicale da parte della cantante Francesca Martinelli.

A seguire piantumazione di una rosa rossa accanto alla panchina dedicata, alla Dr.ssa Ester Pasqualoni, a cura di Assorose.
Occorre parlare e confrontarsi sul fenomeno per alzare la soglia di attenzione e di vigilanza della città ed è altrettanto importante onorare le vittime di femminicidio, come la Dr.ssa Ester Pasqualoni, nostra concittadina, medico, madre di due figli, che fu uccisa nell’estate del 2017 da uno stolker.

Sempre in occasione della giornata internazionale del 25 novembre verrà lanciato un concorso artistico per bambini, “Primo concorso in memoria di Ester Pasqualoni”, dal tema:
Un Disegno Contro La Violenza “D’Amore Non Si Muore”.

Di Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.