Il Comune di Roseto degli Abruzzi escluso dal Bando di Governo “Sport e periferie”. In riferimento alla notizia, pubblichiamo quanto dichiara in una nota stampa Umberto Valentini coordinatore comunale di Fratelli d’Italia: “L’esclusione dal Fondo istituito dal Governo per realizzare interventi edilizi per l’impiantistica sportiva, volti al recupero e alla riqualificazione degli impianti esistenti è solo l’ultima, gravissima, occasione persa dal nostro Comune e dai suoi uffici a danno di tutti i cittadini Rosetani.
Già a Gennaio il nostro Comune è arrivato ultimo in graduatoria su duecentouno Comuni candidati al bando Regionale per la concessione di contributi per l’attuazione di interventi di impiantisca sportiva da parte del dipartimento sviluppo economico – turismo e del servizio politiche turistiche e sportive; oggi è la volta dell’esclusione dall’importantissimo bando “Sport e Periferie” che avrebbe dato nuova vita al Campo di Cologna Paese.
Ad Ottobre dello scorso anno il Comune annunciava la partecipazione al bando con toni trionfalistici, come se i fondi fossero già in possesso, da parte dell’Assessore ai Lavori Pubblici Tacchetti e pronta fu la replica del nostro Partito in cui denunciavamo l’ennesima promessa pre-elettorale che oggi, guarda caso, si rivela tale.
Come specificato nella graduatoria nazionale, l’esclusione dal bando “Sport e Periferie” è dovuta a gravi mancanze tecnico amministrative, ovvero il progetto è stato inviato privo di verifiche preventive oltre che di validazione del progetto presentato unito ad altre lacune di documentazione, a dimostrazione della superficialità di questa fallimentare amministrazione che ha avuto come modus operandi prima l’annuncio e poi, raramente, la realizzazione o conclusione di un progetto o opera.
Roseto ha finalmente l’occasione di voltare pagina e il nostro candidato Sindaco William Di Marco, la nostra coalizione e Fratelli d’Italia sono la migliore occasione di riscatto possibile”.

Luciano Di Giulio

Direttore responsabile di questa testata, esperto musicale e veterano giornalista della provincia di Teramo. Iscritto dal lontano 1992, all'Albo dei Giornalisti d'Abruzzo, nell'elenco dei pubblicisti. Ha diretto diversi progetti editoriali e ha partecipato alla realizzazione di diverse pubblicazioni librarie.